GUIDONIA - Covid-19, 30 vigili urbani in quarantena e una decina in servizio

Da ieri sera è aumentato il numero degli agenti in isolamento, oltre ai due contagiati dal Coronavirus: garantiti soltanto i servizi pubblici essenziali. Qualcuno auspica una convenzione coi Comuni limitrofi per il distacco di personale

Sette erano già in quarantena da martedì 9 giugno, quando è stato scoperto il primo caso di contagio all’interno del Corpo. Da ieri sera un secondo agente è risultato positivo e altri 23 sono stati messi in isolamento domiciliare in attesa dei tamponi e dei test sierologici acquistati dall’amministrazione.

E’ un Comando letteralmente decimato quello della Polizia municipale di Guidonia Montecelio che ha trasmesso una relazione al sindaco Michel Barbet e alla Procura di Tivoli informando che nei prossimi giorni potranno essere garantiti soltanto i servizi pubblici essenziali come incidenti stradali e notifiche di atti urgenti dell’Autorità giudiziaria. Notifiche che da martedì scorso erano state sospese a seguito della scoperta del primo contagio, così come sono stati interrotti i controlli nei mercati rionali e i pattugliamenti del territorio.

LEGGI ANCHE  L'ordigno bellico verrà fatto brillare a Riano

Dei 58 agenti totali, 30 sono in quarantena, altri sono in 104 o distaccati in altri uffici, per cui appena una decina resta in servizio presso il Comando di viale Roma, l’unica sede operativa dall’inizio della pandemia. Gli agenti lavoreranno nei due turni feriali, mentre la domenica saranno in servizio soltanto la mattina. Sarà così per almeno dieci giorni fino al termine della quarantena, salvo nuovi casi di contagio tra gli agenti.

Per fronteggiare la carenza di personale qualcuno ipotizza una convenzione coi Comuni limitrofi e il distacco di agenti nel Comando di viale Roma.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *