Draghi

Decreto super green pass: nuove regole per conservare la normalità conquistata

Il passaporto verde sarà valido solo per chi è vaccinato o è guarito dal Covid. Controlli più serrati per il suo rispetto, anche sui trasporti pubblici locali

Nel corso della conferenza stampa, il premier Mario Draghi, dopo l’approvazione all’unanimità da parte del consiglio dei ministri relativo al decreto sul super green pass, ha esordito così: “La situazione italiana della pandemia è sotto controllo e ci sono state conquiste importanti grazie al successo della campagna vaccinale, conquiste che le nuove regole di questo provvedimento vogliono mantenere”. Draghi ha ricordato che fuori Italia la pandemia si sta mostrando in modo molto grave e che nel nostro paese è “in lieve ma costante peggioramento”. Pertanto, è necessario essere prudenti, prevenire per preservare quanto raggiunto. “Non sono da dimenticare i 134mila morti di questo lungo periodo, né la perdita del Pil andato giù dell’8/9%, le attività chiuse, i ragazzi che con la Dad hanno sofferto, la povertà in crescita. Noi abbiamo reagito, il Pil è al 6%, le attività sono riprese, così come le relazioni sociali. Per cui il nostro desiderio è continuare ad essere aperti, continuare ad andare in giro a divertirci, vedere i ragazzi felici a scuola”.

LEGGI ANCHE  Sono tornati (di moda) gli UGG

In merito alle diversità di vedute che questo ultimo provvedimento rischia di esasperare, il presidente del consiglio ha detto che non bisogna né sottovalutarla né criminalizzarla, cercando di proseguire sulla strada insieme, cercando di convincere gli altri e, con la prospettiva di un Natale diverso da quello dello scorso anno quando era tutto chiuso, “sarà il miglior modo per far riconciliare tra loro le persone”.

Tra le nuove misure, che scatteranno il 6 dicembre fino al 15 gennaio: obbligo vaccinale per le forze dell’ordine, il personale scolastico e quello non sanitario che lavora nelle strutture sanitarie; durata del green pass da 12 a 9 mesi; green pass “rafforzato”, valido solo per i vaccinati e i guariti dal Covid (non più anche per chi ha effettuato un tampone risultato negativo); estensione del green pass pure per alberghi, trasporti regionali e locali (e vanno trovati i modi per controlli efficaci), spogliatoi per le attività sportive (oltre che per bar, ristoranti, cinema, teatri, stadi e palazzetti sportivi, impianti sciistici, discoteche e sale gioco). Tutto questo allo scopo di evitare restrizioni per i vaccinati, anche nel caso di cambio di colore delle regioni e per passare vacanze con pochi timori (e sempre con prudenza e rispetto del distanziamento e delle mascherine).

LEGGI ANCHE  Marcellina, I delegati del sindaco? Un attore e 4 candidati non eletti

Ogni vaccino in più, hanno sottolineato inoltre i ministri della salute Speranza e per gli affari regionali Gelmini, è uno scudo più forte contro la pandemia e le sue possibili limitazioni.

Scarica il pdf del Decreto Super Green Pass

 

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

7s