Sant’Angelo – Ubriaco aggredisce e ferisce gravemente un amico

E’ stato uno sguardo frainteso a far scoppiare, ieri notte, la lite, che poteva finire in tragedia, tra due italiani di 38 e 35 anni. I due avevano trascorso la serata insieme ad una festa e stavano rientrando a casa quando hanno cominciato a discutere per motivi legati al calcio e ad altre questioni di poco conto irrisolte. Complice qualche bicchiere di troppo, i due conoscenti hanno iniziato a darsele di santa ragione. Dopo essere inizialmente stati separati dagli altri componenti del gruppo, il 38enne ha estratto un coltello ed ha affondato un fendente al ventre del 35enne, buttando l’arma bianca e dandosi poi alla fuga. A.Z., queste le iniziali dell’aggressore, è stato rintracciato poco distante dai carabinieri della Stazione di Sant’Angelo Romano, che lo hanno accompagnato in caserma per gli accertamenti del caso. Il coltello è stato ritrovato nella piazza Principale del paese, dove era avvenuta la lite. Il 35enne è stato invece trasportato presso l’ospedale di Monterotondo dove è stato opearato d’urgenza ed è stato ricoverato in prognosi riservata. A.Z è stato arrestato per tentato omicidio ed è stato associato alla casa circondariale di Rebibbia.

Condividi l'articolo:
LEGGI ANCHE  MENTANA - Vendeva droga ai clienti dalla finestra di casa, arrestato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.