GUIDONIA – Il sindaco riapre gli uffici, sono pieni di polvere ed escrementi di piccione

La denuncia del dirigente Carola Pasquali: “Gli uccelli hanno nidificato nelle finestre di via Tiberio Cavallo. Non c’è gel né aria condizionata”.

Quando ha riaperto la porta deve aver stentato a credere ai suoi occhi. Polvere ovunque e come se non bastasse un’invasione di piume ed escrementi di piccione. E soprattutto nessuna traccia di gel sanificante.

Così ieri, martedì 23 giugno, si presentavano gli uffici del Comune di Guidonia Montecelio in piazza 2 Giugno. A denunciarlo è il dirigente ai Servizi sociali e Pubblica Istruzione Carola Pasquali in una nota al sindaco Michel Barbet, al Segretario generale Livia Lardo e all’assessore al Personale Andrea Saladino.

La Pasquali chiedeva indicazioni sull’attività lavorativa a seguito dell’ordinanza 158 firmata da Barbet lunedì 22 con la quale aveva stabilito per l’indomani la riapertura al pubblico “in presenza” degli uffici comunali, per il 90 per cento chiusi dall’11 marzo. “L’ufficio di piazza 2 giugno – ha scritto la Pasquali – è pieno di polvere, piume ed escrementi di piccione che hanno nidificato nei vani di apertura delle finestre che aprono a livello stradale di via Tiberio Cavallo”.

Il dirigente sottolinea anche il rischio collasso per i dipendenti, a giudicare dal fatto che l’ufficio è estremamente caldo “perché non si conosce la possibilità, o meno, di accensione dell’impianto di condizionamento, per il quale l’Istituto Superiore di Sanità ha emanato numerosi rapporti, a seconda delle tipologie”.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *