Gli Emmy Awards incoronano le Regine

"The Crown", otto premi per la serie sulla famiglia reale inglese

Performer

I primi Emmy in presenza da inizio pandemia hanno incoronato “The Crown”: la quarta stagione della saga sulla famiglia reale britannica ha vinto  per la migliore serie drammatica regalando a Netflix la sua prima statuetta nella categoria.

“The Crown” ha fatto incetta di riconoscimenti anche per il suo cast: Josh O’Connor (Carlo) come migliore attore in una serie drammatica e Olivia Colman (la regina Elisabetta) e poi Gillian Anderson (Margaret Thatcher) e Tobias Menzier (Filippo). Premiato anche Peter Morgan per la sceneggiatura e la regista Jessica Hobbs.

Pioggia di premi anche per la miniserie dell’anno “La regina degli scacchi”, la storia della giovane Beth Harmon che, scoprendo la sua passione e l’abilità per regine, re e cavalieri, esorcizza demoni personali e dipendenza in una gara con i più grandi scacchisti del mondo. Sullo sfondo di una società, quella degli Usa anni Sessanta, dominata dal maschilismo in ogni ambiente.

LEGGI ANCHE  Marco Giallini torna sul grande schermo con “Io sono Babbo Natale”

A “Ted Lasso” è andata l’altra corona per la commedia mentre Kate Winslet e Ewan McGregor hanno ricevuto gli Emmy rispettivamente come migliore attrice e attore protagonisti.

A questo proposito, per la prima volta, i premi non hanno avuto riferimenti “gender”: la parola utilizzata per definire i ruoli è stata performer, un neutro singolare con il valore di “interprete”.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *