FIANO ROMANO – Promossi e bocciati, ecco la giunta Santonastaso

Lunedì 18 ottobre il primo consiglio comunale. L'ex sindaco Ferilli prende i Lavori Pubblici

Dopo aver giurato sulla Costituzione e firmato l’incarico ufficiale, il neosindaco Davide Santostaso lunedì 18 ottobre, durante il primo Consiglio Comunale di Fiano Romano, ha annunciato la composizione della Giunta, che ha riservato qualche sorpresa, oltre alle conferme dei nomi che già ci si aspettava. La carica di Vicesindaco è stata assegnata all’avvocato Mattia Gianfelice, che sarà anche Assessore alle Politiche Giovanili e all’Istruzione, un settore che non pochi problemi ha creato tra la precedente amministrazione e l’ex Dirigente Scolastica Loredana Cascelli, impegnata al momento in un ricorso presso il Giudice del Lavoro per essere riammessa alla direzione del I. C. Fiano Romano.

“Sono diventato Vicensindaco con Santonastaso a 32 anni e sono stato scelto da Ottorino Ferilli a 26, senza avere alcuna tessera di partito – commenta – e ciò mi ha permesso di crescere in un organo molto importante. Il messaggio che voglio lasciare ai più giovani è che la politica ha le porte spalancate, con amministratori come i miei due Sindaci”.

Ottorino Ferilli, Sindaco uscente e candidato consigliere comunale, ha ottenuto la delega ai Lavori Pubblici, ricoperta nella precedente consiliatura dallo sfidante PD di Santonastaso, Nicola Santarelli, e quella al Personale. Alla ragioniera 47enne Edia Pezzola è andata la responsabilità dell’Assessorato all’Ambiente, al Turismo, e all’Associazionismo. La Consigliera Fatima Masucci, in passato Assessora alle Politiche Sociali, è stata l’unica della maggioranza a non aver ricevere alcun incarico né nomina da parte del Sindaco. Vale la pena ricordare che pochi giorni prima del voto era stata al centro di querelle che verteva sulla scuola, diventata pubblica in forma digitale. Sarà invece il medico Flavio Di Muzio a ricoprire questo incarico, mentre era quasi scontata la riconferma dell’inossidabile Vittoria Iannuccelli come Assessore all’Urbanistica e al Bilancio. Alcuni Consiglieri hanno ricevuto da Davide Santonastaso numerose deleghe: la docente universitaria Francesca Martella si occuperà di Cultura e Pari Opportunità, oltre ad essere la Capogruppo in Consiglio di Fiano 2030; Marco Cannistrà, operaio, ha ottenuto la delega allo Sport e del Patrimonio, mentre l’avvocato Barbara Orsi è stata insignita della delega alle Attività produttive, al Commercio e alla digitalizzazione.

LEGGI ANCHE  Ecco le liste!

Si registra l’istituzione di una figura delegata in modo specifico alle Politiche del lavoro, che non esisteva nella precedente Amministrazione, nel consulente sanitario Pimo Sparnacci, mentre la Gina Luciani, Direttore dei Servizi Generali e Amministrativi di una scuola romana, si occuperà dei Fondi europei, dell’Internazionalizzazione e dei Rapporti con il pubblico. Dopo l’elezione di Barbara Orsi e di Andrea De Fabiis rispettivamente a Presidente e Vicepresidente del Consiglio Comunale, come di consueto divisi tra maggioranza e opposizione, la prima ha ricordato il compianto Dario Ardenti, che in passato aveva ricoperto lo stesso ruolo. Nel momento dei commenti riservati ai singoli Consiglieri, è nata una breve polemica tra l’avvocato Uliana Paladini, nominata capogruppo del PD in Consiglio in seno alla minoranza, che ha affermato che secondo lei questo risultato elettorale sarebbe frutto dell’astensione dal voto cui le elezioni a Fiano sono state soggette, nonché del peso della personalità del sindaco uscente Ferilli, e che il PD è invece uscito rafforzato da queste elezioni rispetto al passato; ha raccontato anche di aver accolto durante le elezioni le lagnanze di alcuni cittadini di aver percepito l’esistenza di serie A e serie B. “La scuola è stata spesso violentata nella sua funzione educativa”, ha aggunto Paladini “noi siamo all’opposizione, ma non abbiamo perso intelligenza e coraggio, siamo del PD: liberali e progressisti”. Il Sindaco Santonastaso ha replicato che l’astensione è un fenomeno in atto in tutta Italia, che a Fiano sia stata mitigata, arrivando nel 2021 ad una percentuale quasi identica a quella del 2016 e che questa amministrazione non ha mai conosciuto cittadini di serie A e B. (An.Ia.)

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

7s