GUIDONIA – Giochi rotti, restyling da 40 mila euro al parco Montessori

Manutenzione straordinaria per il giardino pubblico de La Botte: fu inaugurato l’8 ottobre 2010 nell’ambito di un progetto di riqualificazione da un milione 200 mila euro

Giochi rotti ed erba alta, per questo da tempo non è più meta dei tanti bambini del quartiere. Oggi il Comune di Guidonia Montecelio ha deciso di restituire dignità al parco pubblico “Maria Montessori” a La Botte, un’area verde di 520 metri quadrati, recintata, dotata di altalene, scivoli e tappeto anti-traumi, inaugurata l’8 ottobre 2010 dall’ex amministrazione di Centrodestra di Eligio Rubeis.

A distanza di 11 anni è giunto il momento di riqualificare l’area verde, per questo il 22 dicembre il dirigente comunale ai Lavori pubblici Egidio Santamaria ha affidato un intervento di manutenzione straordinaria alla Ditta “Italian Garden Srl” di Bibbiena (Arezzo): l’azienda ha presentato un ribasso pari al 0,02% sull’importo a base d’asta assicurando i lavori per un importo pari a 32.179,27 oltre Iva.

LEGGI ANCHE  Bomba d'acqua su Poli, un mare di fango invade la cittadina

Il comune di Guidonia aveva stanziato 40 mila euro, una somma stimata nel progetto dell’ingegner Massimo Gallo funzionario dell’Ente.

La realizzazione del parco de La Botte fu inserita nell’ambito di progetto di riqualificazione da un milione e 200 mila euro gestito dalla cooperativa “Lago di Vico”.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *