CALCIO – Cicinelli: “I ragazzi pensino solo a divertirsi e a giocare”

Parola al mister Carlo Cicinelli, allenatore del gruppo degli esordienti 2010 del Fiano Romano

Parola al mister Carlo Cicinelli, allenatore del gruppo degli esordienti 2010 del Fiano Romano: come portare avanti una squadra in una situazione complessa come quella in questi anni di pandemia e come divertirsi in sicurezza.

Gli anni di scuola calcio sono tra i più delicati per la formazione calcistica e comportamentale di un futuro atleta: è quello che ci conferma anche Carlo Cicinelli, allenatore degli esordienti 2010 del Fiano Romano: “Lavoro molto sulla testa dei giocatori ed ottengo sempre il massimo, a loro trasmetto voglia di lavorare e rispetto delle regole ma chiedo molto impegno. Posso ritenermi soddisfatto: allenando da 30 anni, ho tanta esperienza avendo allenato in molte categorie. Sto al Fiano da qualche anno e devo dire che il gruppo è veramente meraviglioso. Mi trovo molto bene con loro“.

Il periodo di pandemia che stiamo affrontando sicuramente non aiuta, la paura di contrarre il virus è palpabile ma per i ragazzi lo sport rimane un’importantissima valvola di sfogo: “Pensano solo a divertirsi ed a giocare, anche se il virus c’è ed è ancora molto presente nelle nostre vite. Le preoccupazioni ci sono ma noi, come scuola, cerchiamo di proseguire con molta prudenza. A tal proposito cerchiamo di fare allenamenti dove limitiamo il più possibile il contatto tra i ragazzi”. Lo stop forzato imposto dall’inizio del 2022 ha spaccato, come ormai spesso accade, l’opinione pubblica degli addetti ai lavori. Anche riguardo ciò, mister Cicinelli ci dice la sua: “Non è facile agire e non so se ci siano realmente i presupposti per giocare. Forse, una volta chiuso, non avrebbero dovuto far ricominciare i campionati ma dirlo ora è diverso perché la situazione è delicata e, per giunta, è difficile capire come muoversi.”

LEGGI ANCHE  Fonte Nuova - Studenti podisti Contro la fame nel mondo: tre giorni di gare alla Pirandello

Nonostante tutto, l’allenatore rimane fermo sugli obiettivi da raggiungere in questo anno nuovo: “Mi auguro di fare degli step in più per proseguire questo lungo percorso all’interno di questa scuola calcio: in poco tempo abbiamo aumentato sia il numero di ragazzi iscritti, ora affiancati anche da preparatori in grado di svolgere esercizi specifici ed individuali, che la loro qualità di gioco, che ora si assesta su un livello medio-alto. Spero possa ancora crescere ma sono molto soddisfatto di come rispondono alle indicazioni, in quanto quando affrontiamo altre scuole calcio importanti come lo Spes Montesacro o la Tor Tre Teste: non partiamo sconfitti e c’è sempre molto equilibrio. Mi auguro di continuare e migliorare quanto fatto”. (Luca Pellegrini)

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *