TIVOLI – Sorpresi in canonica, i ladri aggrediscono il prete

Tre balordi per fuggire spintonato e spruzzano lo spray al peperoncino in faccia al parroco di Villa Adriana don Luca Rocchi. Inutile il soccorso prestato da un carabiniere

Hanno approfittato della momentanea assenza del prete per intrufolarsi all’interno della canonica. E quando è tornato non hanno esitato ad aggredirlo per guadagnare la fuga e dileguarsi.

Tentato furto ieri mattina, domenica 13 febbraio, nella chiesa di Gesù Salvatore a Villa Adriana, frazione di Tivoli. Nel mirino dei ladri è finito l’appartamento di don Luca Rocchi, da 11 anni parroco della Comunità Parrocchiale di San Silvestro Papa, da settembre 2021 Direttore della Scuola di Teologia per i laici della Diocesi di Tivoli e Palestrina, rimasto contuso in una colluttazione con tre sconosciuti.

Secondo le prime informazioni raccolte da Tiburno.Tv, il fatto è accaduto verso le 9 del mattino. A quell’ora don Luca era appena uscito dalla casa parrocchiale e nell’arco di pochi minuti vi aveva fatto ritorno. Il sacerdote ha tentato di aprire l’uscio della canonica, ma all’interno era stata inserita la catenella ferma porta.

LEGGI ANCHE  CIVITELLA SAN PAOLO – Giullari e giocolieri: Festa medievale per un week end

A quel punto, don Luca ha chiamato a gran voce il sacerdote suo collaboratore, convinto che fosse stato lui a serrare il portone. Invece, con grande stupore, la porta si è aperta all’improvviso e dalla canonica sono usciti tre uomini che hanno spintonato il parroco spruzzandogli sul volto lo spray al peperoncino, uno strumento anti-aggressione in libera vendita per la difesa personale.

Pare che don Luca abbia tentato di bloccare uno dei balordi e che tutta la scena sia stata notata da un carabiniere libero dal servizio e diretto in chiesa. Ne sarebbe nata una colluttazione, ma i tre avrebbero avuto la meglio e sono riusciti a fuggire.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.