TIVOLI - Cimitero, la gestione affidata alla viterbese “Magif Servizi”

Il Comune aveva affidato l’appalto alla tiburtina “Fratelli Abbate” col 57% del ribasso, poi lo ha revocato

Cambia la gestione al cimitero di Tivoli.

L’amministrazione comunale guidata dal sindaco Giuseppe Proietti ha affidato l’appalto biennale alla “Magif Servizi Srl” di Carbognano in provincia di Viterbo.

La vicenda emerge dall’ordinanza numero 12989 – CLICCA E LEGGI L’ORDINANZA - emessa il primo agosto dal Tar del Lazio al quale la stessa “Magif Servizi Srl” aveva fatto ricorso.

L’azienda viterbese amministrata da Marco Nardocci aveva richiesto l’annullamento della determina dirigenziale numero 1380 del 12 giugno con la quale il Dirigente di Settore e Responsabile del Procedimento del Comune di Tivoli aveva disposto l’aggiudicazione dei “servizi funebri di valenza biennale (24 mesi naturali e consecutivi) alla “Fratelli Abbate Snc” di Via Acquaregna.

LEGGI ANCHE  GUIDONIA - "Ho preso la patente in Grecia", ma era falsa: denunciato

La ditta tiburtina aveva offerto un ribasso del 57,50%, sull’importo a basa di gara di 195.461 euro e 42 centesimi per l’importo contrattuale di 283.171,10, oltre Iva 22%, per complessivi 101.468,74.

Dopo il ricorso al Tar da parte della “Magif Servizi Srl”, il 27 luglio il Comune di Tivoli ha annullato in autotutela il provvedimento di aggiudicazione alla “Fratelli Abbate Snc” ed ha affidato l’appalto all’azienda viterbese.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.