TIVOLI - Salvò 75 alluvionati in Emilia-Romagna, medaglia d’argento al pilota eroe

Il 34enne tiburtino Damiano Maschietti insignito per aver salvato bambini e anziani

Le immagini documentarono una catastrofe senza precedenti che fece 17 vittime e danni per 8 miliardi e mezzo di euro. Ma l’alluvione avvenuta a maggio 2023 in Emilia Romagna avrebbe potuto avere conseguenze ancora più tragiche senza l’intervento degli eroi del soccorso.

Tra questi ci fu Damiano Maschietti, 34enne originario di Tivoli, pilota dell’Aeronautica militare.

Il 3 maggio scorso col decreto numero 282 – CLICCA E LEGGI IL DECRETO - il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha conferito all’ufficiale dell’Arma Azzurra la medaglia d’argento al valore aeronautico.

Il decreto è stato pubblicato oggi, venerdì 21 giugno, all’Albo Pretorio del Comune di Tivoli e sintetizza le motivazioni della medaglia a Damiano Maschietti per il suo intervento nei cieli dell’Emilia-Romagna il 17 maggio 2023.

LEGGI ANCHE  PALOMBARA SABINA - Fedeli in festa, restaurata l’antica cappellina di Sant’Anatolia

«Secondo Pilota di un elicottero HH139 – si legge nell’atto – chiamato ad intervenire per il salvataggio della popolazione civile durante l’alluvione che ha colpito in maniera devastante l’Emilia-Romagna, si è prodigato senza soluzione di continuità, con professionalità, efficienza e spirito di sacrificio allo scopo di salvare il maggior numero di persone nel minor tempo possibile, sottraendole dall’imminente pericolo, operando di giorno e di notte, in condizioni meteorologiche caratterizzate da eccezionali precipitazioni e forte vento, nonostante l’incombente rischio dovuto alla zona di operazione particolarmente impraticabile e legato alla morfologia del territorio contribuiva al recupero di settantacinque persone per la maggior parte anziani e bambini.

In tale circostanza grazie allo slancio, al coraggio e alle virtù umane, fronteggiava con estrema efficacia e perizia situazioni inedite e altamente pericolose, contribuendo, in maniera determinante, ad accrescere il prestigio dell’Aeronautica militare».

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.