Guidonia – Caffè e usura, condannato Renato Scrocca. Assolti figli e dipendenti

L’interesse a tasso usuraio è stato applicato una sola volta. Si “sgonfia” dopo la sentenza di primo grado, il caso Scrocca. Il re del caffè era stato arrestato 7 anni fa dopo un’operazione della Guardia di Finanza che riguardò altre 8 persone a lui vicine, tra cui la figlia e i suoi collaboratori più stretti.

Dopo anni di udienze e testimonianze, Renato Scrocca, 72 anni, ex patron del Villalba calcio, è stato condannato a un anno e 8 mesi. Assolti gli altri 8 perché il fatto non sussiste. Escono “puliti” il figlio Pietro, la figlia Simona, i collaboratori Agostino Passariello, Sergio Bonanni, Sergio Renda, Eleonoro Morelli, Claudio Eusepi e Alfredo Rutili.

Condividi l'articolo:
LEGGI ANCHE  TIVOLI - Trauma da ospedale e paura del Covid, partorisce a casa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *