Edoardo Surugiu, il genio dei numeri vince ai “Giochi matematici del Mediterraneo”

in quelle nazionali. Un vero orgoglio per l’istituto comprensivo diretto da Maria Luisa Viozzi che per la prima volta partecipava alla competizione organizzata dall’Aipm, l’Accademia italiana per la promozione della matematica, e che ha visto premiare anche Lorenzo Romanzi della terza A, terzo alla competizione provinciale e 31esimo in quella italiana con 101 alunni da tutto lo Stivale.
Figlio di una coppia romena, papà Danut, piccolo imprenditore edile, mamma Luminita, infermiera al Bio-Campus di Trigoria, già il 24 febbraio scorso Edoardo aveva sbalordito la commissione esaminatrice delle gare provinciali tenutasi presso la scuola “Di Consiglio” di Case Rosse. In quell’occasione il piccolo genio aveva azzeccato nove delle dieci domande a risposta multipla, così come ha fatto il 5 maggio durante la competizione nazionale svoltasi all’università di Palermo.
Ad accompagnarlo, oltre alla mamma, c’era la sua insegnante di Matematica Simonetta De Rossi, anche lei di Campolimpido, mentre la collega Cristiana Modesti “scortava” il piccolo Lorenzo Romanzi. Fatto sta che anche in Sicilia per Edoardo nove risposte giuste su dieci. L’errore? Calcolare il perimetro di un rombo formato da due triangoli equilateri. “Pensavo fosse una domanda trabocchetto – spiega – ho capito di aver sbagliato subito dopo aver consegnato il compito”.
Un successo comunque per un bambino tifoso della Juventus, appassionato di nuoto, con tutti 10 in pagella e che ha già le idee chiare sul suo futuro.
“Fare il muratore come papà? – commenta – Non se ne parla perché mi si spaccano le dita. L’infermiere come mamma? Neppure, la vista del sangue mi fa senso. Da grande farò l’avvocato”.

Condividi l'articolo:
LEGGI ANCHE  GUIDONIA - Nonna Vittoria compie 100 anni: “La mia festa come un cinematografo”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.