Giornate Fai d’Autunno; aperti 600 siti, compresa Villa Gregoriana

Appuntamento 16 e 17 ottobre. Ingresso con contributo, si consiglia 3 euro

Castelli, palazzi, ville, chiese, castelli, aree archeologiche, esempi di archeologia industriale, musei e siti militari solitamente inaccessibili aprono le porte in occasione delle Giornate Fai d’Autunno. L’appuntamento è per il 16 e 17 ottobre, quando i giovani del Fai accompagneranno chi vorrà prendere parte all’iniziativa attraverso luoghi inesplorati e bellezze mozzafiato del nostro Paese. Tra gli oltre 600 siti visitabili ci sono Villa Gregoriana a Tivoli, il Castello Mediceo d’Ottaviano a Napoli, le sale dell’Arsenale a Venezia e Villa Salviati a Firenze. A Roma si potrà visitare il Casino del Bel Respiro di Villa Pamphili, il Palazzo Wedekind e la Biblioteca Militare Centrale. Nei dintorni il Castello di Torre in Pietra a Fiumicino, la Villa Falconieri a Frascati, a Sacrofano il Centro Storico.

Infine il Circolo degli Esteri e l’Hotel St Regis.Per partecipare è consigliabile la prenotazione online perché i posti saranno limitati. Non mancheranno itinerari nei borghi, percorsi naturalistici e a parchi, giardini urbani, cortili e orti botanici, spesso sconosciuti agli stessi abitanti delle città coinvolte.
Tutti i visitatori potranno sostenere il Fai con un contributo suggerito a partire da 3 euro e potranno anche iscriversi al Fai online oppure nelle diverse piazze d’Italia durante l’evento. La donazione online consentirà, a chi lo volesse, di prenotare la propria visita, assicurandosi così l’ingresso nei luoghi aperti dal momento che, per rispettare la sicurezza di tutti, i posti saranno limitati.
Per scoprire tutti i luoghi accessibili e prenotare le visite basta visitare il sito https://www.fondoambiente.it/il-fai/grandi-campagne/giornate-fai-autunno/ e selezionare la città d’interesse.

Condividi l'articolo:
LEGGI ANCHE  Monterotondo - Toh, "Guarda chi si vede": è il film di Riccardo Camilli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *