“A piazza del Popolo c’erano inaspettatamente troppe persone”

Camera dei deputati, la ministra Lamorgese risponde alle interrogazioni sugli scontri che hanno avuto come apice l'occupazione della Cgil a Roma

“Si sono adottate modalità di contenimento della forza”. In sostanza la polizia volutamente non ha picchiato duro, come in altre circostanze di necessità di ripristinare l’ordine pubblico.

Martedì 19 ottobre alle ore 14, 45 chiude l’intervento della Lamorgese.

Sempre la ministra sostiene che siano state contenute e respinte le provocazioni dei manifestanti. Tutto questo a Milano. A Roma, invece, la ministra degli interni ammette ci sia stata impreparazione da parte delle forze dell’ordine che avevano sottovalutato le proporzioni delle possibilità di scontro. Sempre Lamorgese risponde anche dei fatti di Trieste dove i manifestanti in sit in sono stati  caricati e dispersi con idranti, pur essendo la loro manifestazione pacifica. Si risponde che erano state effettuate fasi di mediazione nelle quali si erano chiariti i termini illegittimità di quel tipo di manifestazione per le proporzioni che stavano assumendo. Trieste essendo stato il luogo di concentrazione della protesta anti green pass si era trasformata in una logistica di stallo per le attività economiche. Si è così deciso per le operazioni di sgombero. Ai manifestanti è stato anche proposto di trasferirsi in altra piazza per continuare la manifestazione, prospettiva che è stata respinta dai manifestanti. Anche nelle fasi più concitate le trattative sono continuate con i manifestanti. Solo tre malori tra i manifestanti, qualche contusioni tra gli uomini delle forze dell’ordine.

Condividi l'articolo:
LEGGI ANCHE  Pd primo partito, Lega sempre dopo FdI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

7s