In tv il delitto di Avetrana

Rammentiamo che l’infelice storia salentina dopo dieci anni per alcuni ha ancora molti aspetti poco chiari, nonostante tre sentenze.  

Nel 2010 su tv, radio e giornali c’è spazio solo per la nota vicenda di Avetrana, uno dei casi giudiziari più mediatici della storia del nostro Paese. Se per ricordare la drammatica vicenda di Yara Gambirasio è stato realizzato un film prodotto da Netflix, ritroviamo la triste storia di Sarah Scazzi in una docu-serie su Sky. La scomparsa della giovane Sarah, il ritrovamento del corpo, media, riflessioni, analisi e interviste inedite caratterizzano il lavoro prodotto da Groenlandia. Rammentiamo che l’infelice storia salentina dopo dieci anni per alcuni ha ancora molti aspetti poco chiari, nonostante tre sentenze. La docu-serie “La ragazza di Avetrana” composta da quattro puntate è tratta è tratta dall’omonimo libro scritto da Flavia Piccinni e Carmine Gazzanni (Fandango Libri). Gli autori, comunque, hanno puntato l’indice sulla spettacolarizzazione di una vicenda drammatica, che si è sviluppata in un paese con poco più di 6.000 abitanti in provincia di Taranto.

LEGGI ANCHE  Roma al primo post per il delivery del cibo vegano

FGI

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *