Oliver Stone e le rivelazioni sul caso JFK  

Uno dei passaggi più interessanti è quando dopo il dramma texano Bob Kennedy chiama un numero riservato della CIA e domanda “Siete stati voi?”.

Secondo alcuni esperti di storia contemporanea, a Dallas, nel 1963 cambia la storia del mondo con l’omicidio del Presidente degli Stati Uniti d’America John Fitzerald Kennedy. La vicenda che ha sconvolto gli americani e non solo è il “tormento” di uno dei più grandi registi della storia, Oliver Stone. Lo sceneggiatore e produttore per l’anniversario dell’uccisione a Dallas del 35esimo presidente americano ha realizzato una mini-serie (Sky e Noe TV) JFK: Destiny Betrayed. Il lavoro del regista in quattro episodi esamina e vaglia i documenti recentemente desecretati sull’assassinio a Dallas nel 1963, uno dei misteri più ambigui del Secolo Breve. Gli argomenti trattati in JFK: Destiny Betrayed comprendono la prima formazione della visione del mondo della politica estera del presidente Kennedy, i viaggi in Vietnam, la commissione Warren, il suo sostegno alle democrazie in Africa e le sue convinzioni anti coloniali che lo portano allo scontro con CIA e Pentagono. Uno dei passaggi più interessanti è quando dopo il dramma texano Bob Kennedy chiama un numero riservato della CIA e domanda “Siete stati voi?”. Robert Kennedy jr, durante uno dei sui interventi conferma che il primo sospetto di suo padre è stato rivolto direttamente alla Central Intelligence Agency

LEGGI ANCHE  Tivoli. L’Alcatraz del 1579

FGI

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *