TIVOLI – Nega gli atti all’automobilista multata, Comune condannato

Il Tar obbliga l’amministrazione al rilascio dei documenti richiesti dall’utente e a rimborsare 1.500 euro al legale

Era stata multata dai vigili urbani e per questo aveva fatto richiesta di accesso agli atti. Ma il Comune di Tivoli le aveva risposto picche, mettendole a disposizione soltanto alcuni documenti. Un abuso che costerà alle casse pubbliche 1.459 euro e 12 centesimi.

E’ la somma che martedì 11 gennaio l’amministrazione tiburtina ha stanziato a favore del legale della donna, l’avvocato Daniele Paolella di Napoli. Il professionista aveva assistito una signora che nel 2020 era stata multata dalla Polizia Locale di Tivoli per un’infrazione al Codice della Strada.

Per verificare la propria posizione debitoria e la legittimità della contravvenzione, l’automobilista aveva presentato istanza di accesso agli atti, ma essendo stata assolta soltanto in parte la donna si era rivolta al Tribunale amministrativo regionale.

LEGGI ANCHE  TIVOLI - Oneri d’urbanizzazione mai pagati, costruttori condannati

Secondo il Tar nella sua richiesta sussisteva un interesse diretto, concreto e attuale alla conoscenza dell’atto richiesto per cui il Comune era obbligato a rilasciarne copia. I giudici hanno inoltre condannato l’Ente a pagare spese di giudizio e parcella del legale.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *