GUIDONIA – Rapine e furti, il Nuovo Polo Civico se la prende col sindaco

Comunicato stampa dei civici: “Insicurezza e degrado: la Città muore tra criminalità, droga, rapine, furti e vandali”:

Dal Coordinamento Comunale del Nuovo Polo Civico Guidonia Montecelio riceviamo e pubblichiamo un comunicato stampa dal titolo “Insicurezza e degrado: la Città muore tra criminalità, droga, rapine, furti e vandali”:

“La relazione della Procura di Tivoli sui reati e la criminalità e quanto accaduto a Villalba negli ultimi giorni rappresentano la prova di un abbandono che perdura ormai da troppi anni. Dalla Procura si certifica la presenza di gruppi malavitosi italiani, e non, che gestiscono diverse piazze di spaccio con un elevato rischio di riciclaggio del denaro sporco.

Nella relazione vengono menzionati anche gli insediamenti di soggetti nomadi, ben noti e mai contrastati dall’Amministrazione comunale, dediti allo sfruttamento della prostituzione ed ai reati contro il patrimonio. A preoccupare, però, non ci sono solo le analisi della Procura ma anche la cronaca di una quotidianità ormai invivibile per i cittadini.

A Villalba in pochi giorni è stata consumata una rapina nella centralissima Corso Italia, i carabinieri hanno individuato la circoscrizione come una piazza di spaccio di Roma nell’ambito di una vasta operazione antidroga, e sono arrivate in poco tempo moltissime segnalazioni di cittadini per un’ondata di furti. Non si possono dimenticare tutte le incursioni di ladri e vandali subite dalle scuole.

LEGGI ANCHE  TIVOLI – Messe sospese, c'è la processione di San Lorenzo

Tutti questi sono i segni evidenti di un problema mai minimamente affrontato dall’attuale Amministrazione.

Per quanto la gestione delle forze dell’ordine, ad eccezione della polizia locale, non dipenda dal Sindaco è pur vero che un’azione ed una pressione decisa, e continuativa nei cinque anni, da parte del Municipio verso gli Enti preposti avrebbe potuto portare benefici. Il Sindaco, e la sua maggioranza PD-5Stelle avrebbe potuto intervenire sulla delegazione, che nel suo piccolo poteva rappresentare comunque un piccolo presidio sul territorio, ed è chiusa da tempo.

Non sono stati sviluppati progetti di video sorveglianza in questi cinque anni. Non sono state intraprese iniziative per potenziare l’ufficio di polizia di via Agrigento. La struttura, qualora fosse diventata un vero commissariato, avrebbe potuto dare una risposta, importante, alla circoscrizione ed all’intera Città.

LEGGI ANCHE  GUIDONIA - Trovata in strada una tartaruga gigante

L’impegno profuso dalle forze dell’ordine, i tanti arresti a partire dalla maxi operazione dei carabinieri di pochi giorni fa, è di estrema importanza ma non riesce a sopperire alla mancanza di un vero e proprio presidio come quello che poteva rappresentare via Agrigento. Non solo, questo disinteresse è anche la testimonianza dell’inutilità dei rapporti paventati dall’attuale amministrazione 5Stelle – PD con la politica “romana”, se non per subire scelte ed imposizioni come nel caso del TMB.

La Giunta di Guidonia Montecelio, pur potendo contare negli anni, su diversi esponenti dello stesso “colore” al Governo, oltre che su un deputato espressione proprio della nostra Città, non ha mai mostrato il minimo interesse per la questione della sicurezza lasciando che la situazione a tal punto”.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.