Castel Madama – Addio a Cucciolone, un cuscino con le sue sembianze

Ieri sera animaliste e tanti cittadini si sono recati in via della Libertà dove il cane era solito restare

Un cuscino di fiori poggiato sul tratto di strada preferito da Cucciolone, in via della Libertà. Un cuscino che ricorda le sue sembianze. E’ così che ieri sera a Castel Madama è stato salutato Cucciolone, il cane randagio morto poche ore dopo una rocambolesca cattura da parte del servizio di accalappiamento della Asl. Nello stesso luogo è stata affissa anche una foto del cane, per non dimenticarlo.

Cucciolone, la Asl “siamo dispiaciuti”

“Scusateci se non ti abbiamo salvato”, ha detto Tania Magrini, la volontaria dell’Enpa che aveva avviato la procedura per farlo riconoscere, come prevede la legge regionale, un cane di quartiere. Degli esposti invece avevano portato alla cattura. Qualcuno avrà considerato molesto il cane, in realtà amato in paese, proprio per il suo temperamento docile e schivo. Intanto si attende il risultato dell’autopsia sollecitata dal sindaco di Castel Madama, Luigi Nonni, e dall’Enpa.

 

LEGGI ANCHE  SAGRE – Ad Agosta prima Festa del Cacciatore sabato 10 settembre

 

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.