Fonte Nuova – Ambiente e biomasse, se ne parla alla Sagra delle Rose

941318_568330993198155_1812767777_nProsegue l’attività del Comitato popolare contro gli impianti nocivi. Mercoledì 5 giugno alle ore 21,30 a Santa Lucia durante la Sagra delle Rose ha organizzato una conferenza dibattito con il professor Stefano Montanari dal titolo “Che aria tira nel Nordest Lazio”? L’evento è organizzato dal comitato popolare contro gli impianti nocivi, nato qualche mese fa per scongiurare l’installazione di impianti a biomassa a Santa Lucia. Scampato il pericolo, le persone che si sono trovate intorno ai temi ambientali hanno continuato a vedersi e hanno pensato di invitare quello che viene considerato l’ideologo di tante battaglie ambientaliste.
Nei giorni scorsi inoltre ès tato dato seguito a quanto deliberato nella Assemblea Popolare, ovvero sono stati protocollati al Comune di Fonte Nuova, corredati entrambi da svariate motivazioni, due atti del seguente tenore:
Il primo è una “Istanza …di Autotutela” , articolata con varie motivazioni, che chiede al Sindaco e al Presidente del Consiglio Comunale di voler dare seguito nei tempi e ai sensi della Legge 241/90 e della legge ambientale n. 195/2005 al deliberato dell’ultimo Consiglio Comunale per rivalutare l’iter amministrativo e la SCIA inerenti all’installazione dell’Impianto a Biomassa da 99 kwp della “Cos – Imm 02 s.r.l.” sito in Fonte Nuova a Torlupara, ed effettuare l’eventuale sospensione dello stesso per il “principio di precauzione” e per la valutazione dell’impatto ambientale sulle adiacenti abitazioni e sulla scuola di Via Brennero;
– Il secondo invece è una “Intimazione ad Adempiere” ex art.1454 c.c., inviata al Sindaco e con copia conoscenza al Presidente del Consiglio Comunale e all’Assessore all’Ambiente , in cui si chiede al Comune, con specifico riferimento alla Raccolta Differenziata ‘porta a porta con tariffa puntuale’, “che sia posto in essere, nell’ambito delle rispettive competenze ed entro novanta giorni dalla ricezione della diffida stessa, ogni intervento utile ad assicurare la Raccolta Differenziata dei rifiuti urbani in misura almeno pari alle percentuali minime previste dalla legislazione vigente, con riserva, in caso contrario, di dare corso alle azioni di tutela legale nelle sedi opportune, compresa la richiesta motivata di rimborso del tributo della TARSU, che sarà inoltrata da parte di singoli cittadini e di imprese.”
Gli scriventi, qualora nel Comune di Fonte Nuova partisse la vera Raccolta Differenziata “porta a porta con tariffa puntuale”, si sono resi disponibili sin d’ora ad affiancare l’Amministrazione Comunale, promuovendo una campagna di sensibilizzazione efficace a formare e promuovere il valore socio ambientale della Raccolta e la condivisione, la partecipazione e l’informazione dei cittadini.
Gli atti sono stati entrambi firmati da cittadini comuni, da Associazioni di Genitori, da Associazione delle Rose, Movimento Italiano Disabili Lazio, Ass. Comitato Nord Est Lazio, Meda Movimento Europeo Diversamente Abili e dal Comitato Acqua Pubblica e Beni Comuni di Fonte Nuova, nonché il primo anche da Rappresentanti scolastici.

Condividi l'articolo:
LEGGI ANCHE  TIVOLI - Sterpaglie, rane e zanzare: benvenuti nella palude di Strada Galli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.