Pitti Uomo. Occhio ai nuovi trend!


Dal 7 al 9 gennaio è andato in scena Rock Me Pitti, la manifestazione fiorentina, giunta all’85esima edizione, che ogni anno svela le nuove tendenze della moda maschile. Alla kermesse, che ha riunito trend setter, blogger, addetti ai lavori ed esperti di moda provenienti da tutto il mondo, sono state presentate le collezioni del prossimo autunno inverno 2014/2015.

Ecco i nuovi trend:

Filosofia green: Il messaggio lanciato dai 1047 marchi presenti a Pitti, promuove  un uomo dinamico, che si sposta in bicicletta e che utilizza capi confortevoli, resistenti e con poco impatto sull’ambiente.

Grande ritorno dello zaino, che ha spopolato tra le maison che hanno proposto questo accessorio tipicamente maschile in qualsiasi dimensione e materiale superando di gran lunga borse e borsellini.

I cappellini saranno un must, soprattutto quelli di New Era, da indossare con la visiera posizionata lateralmente.

La barba sarà l’accessorio per eccellenza: i veri trend setter avranno la barba, folta e curata, accompagnata dai capelli “leccati”. 

A tutto colore: sarà un trionfo di pantaloni iper colorati dalle fantasie più disparate, per rendere divertente un look che altrimenti sarebbe monotono.  

 

 

LEGGI ANCHE  #39 Tg Wine

E’ IL FATTORE C IL PIU’ IMPORTANTE NELLA MODA UOMO.
Che nel 2014 sta per COOL,COMODO E CALDO;
La legge delle tre C ,insieme a musica rock ,tanta fantasia e teconologia  per l’audace moda uomo 2014.

 

i rivisitati.
Ecco quali sono le nuove tendenze della moda maschile emerse a Firenze durante il

Pitti Uomo 85. Ci si avvicina al mondo della musica rock, è uno Stile urbano, ma con un’anima rock-chic.
Possiamo trovare nell’armadio di Lui da elementi militari e aggressivi a pezzi di alta sartoria, come il cavallino lavorato, fino ad arrivare allo stile etnico .
Intramontabili sono i jeans, skinny o tubolari ,slim ma confortevoli nonchè colorati, e le cravatte , rese però moderne dalla loro estrosità.
Cravatte in seta, tartan o stampe animalier, con fantasie microgeometriche e a rombi, come anche per le camicie ed i pantaloni.
L’abito elegante ha l’animo british, con tessuti soffici e colorati, oltre che caldi, come la flanella ed il jersey;
Si usa molto la lana cotta e si mira ad uno stile coraggioso e sfacciato, per un uomo che non si vergogna di esprimersi e mostrarsi.
Nella moda uomo non manca l’evoluzione tecnologica della sartoria, con gilet estraibili dalle giacche, tessuti stretch,antipiega o che si possano stirare facilmente, traspiranti e perchè no water repellent o water proof,  tecniche utlizzate anche per alcuni modelli di scarpe.
E’ un eleganza vacanziera, fatta anche di fibre naturali, come la juta, con contaminazioni e contrapposizioni, dai fiori al grunge, alle fiamme ed ai disegni psichedelici.
Per quanto riguarda gli accessori, si sostituiscono i borsellini e le borse con il ritorno dello zaino, di qualsiasi dimensione e materiale. Comfort infatti è la parola d’ordine.

 Viola Pauselli

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.