Tivoli – Riprende la raccolta firme per chiedere l’assistenza indiretta a disabili

La proposta di legge riguarda l’assistenza indiretta e vita indipendente per i disabili, ed è stata elaborata dalla Lega stessa e presentata in Regione Lazio dal consigliere Gianluca Quadrana. Lo scopo è quello di dare un’assistenza personalizzata ai diversamente abili con un’attenzione particolare ai bisogni che derivano dall’essere portatori di handicap motorio, sensoriale o intellettivo.
L’assistenza indiretta consiste nell’assegnazione di un budget finanziario al disabile avente diritto, in modo che ognuno possa operare una scelta propria e assumere con regolare contratto di lavoro il proprio assistente personale. Si stabiliscono orari e modalità, così da fornire prestazioni elastiche e “su misura” per il disabile, favorendo l’inclusione sociale del soggetto con un risparmio in termini finanziari sia per i Comuni che per le Regioni. La raccolta delle firme serve per sollecitare il Consiglio Regionale ad agire e il Comune di Tivoli ad applicare l’Assistenza indiretta.
L’impegno della Lega Arcobaleno non si esaurisce qui: riprende anche la petizione popolare per far riaprire il bagno pubblico nella stazione ferroviaria di Tivoli. La raccolta firme è indirizzata a Trenitalia e denuncia il disservizio per i pendolari che frequentano la stazione, con particolare disagio per i disabili.
Per info: 3291647661, g.tescari@gmail.com, www.legarcobaleno.it.

Serena Calabrese

Condividi l'articolo:
LEGGI ANCHE  TIVOLI - Strisce Blu, per pagare più facilmente arriva l'app myCicero

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.