Raddoppio della carreggiata per la Salaria, da Roma a Rieti

La Regione presenta il progetto da 300 milioni di euro

Una Salaria più ampia, sicura e veloce da percorrere. La Regione ha presentato oggi un progetto che prevede per la via Salaria una spesa di 300 milioni di euro e l’allargamento della carreggiata con due corsie continue per ogni senso di marcia, da Roma a Rieti. “Il progetto cambierà la fisionomia dei trasporti del Lazio”, ha detto l’assessore regionale ai trasporti, Mauro Alessandri, “L’ampliamento della Salaria rappresenta, infatti, una novità che trasformerà la viabilità e la sicurezza, non solo per il territorio in cui ricade, ma anche per l’intera regione. I cittadini chiedevano questo intervento da tempo, e nel corso degli anni abbiamo lavorato sodo per realizzarlo. Finalmente, potenziamo il collegamento tra Rieti e la Capitale, un’azione che avrà ripercussioni positive sullo sviluppo economico e turistico del quadrante”
L’importo investito è di oltre 300 milioni di euro e destinato a due lotti, il primo che comprende il tratto dal km 56 al km 64 (Ponte Buita – Ornaro Basso) per un importo di circa 200 milioni di euro ed il secondo lotto, per i km compresi tra il 64 ed il 70,800 (Ornaro Basso – San Giovanni Reatino), per un importo di circa 100 milioni di euro.
Particolare cura e attenzione è stata posta a tutti gli interventi di riconfigurazione delle interconnessioni con la viabilità provinciale e locale e di riorganizzazione di tutti gli accessi ad oggi esistenti.
IL PIANO
L’intervento fa parte del Piano Commissariale degli interventi di adeguamento e potenziamento della Salaria, che si compone complessivamente di 55 interventi per un importo complessivo di oltre 1,3 miliardi di euro, ed investe sull’ innalzamento dei livelli di sicurezza, sulla riduzione dei tempi di percorrenza e sulla garanzia di affidabilità e confort dei collegamenti. È previsto anche l’ammodernando tecnologico dell’intero itinerario con servizi agli utenti e per il monitoraggio dell’infrastruttura.

Condividi l'articolo:
LEGGI ANCHE  Beccato a Tivoli un furbetto della spazzatura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *