TIVOLI – Insulti alla Boldrini su Instagram, guardia giurata a processo – VIDEO

Lui è Donato Sarcone, ha 63 anni, vive a Campagnano di Roma ed è una guardia giurata particolarmente attiva su Facebook e Instagram.
Lei è Laura Boldrini, 61, deputato del Partito Democratico ed ex Presidente della Camera, diventata nel tempo bersaglio preferito degli odiatori della rete.
Oggi, martedì 22 febbraio, entrambi erano in Tribunale a Tivoli, rispettivamente nei ruoli di imputato e parte offesa.
Davanti al Giudice Francesca Fabbrini Sarcone deve rispondere del reato di diffamazione aggravata a mezzo Social Network ai danni della parlamentare, reato contestato in aula dal pubblico ministero Denise Serafina Amendola.
Il fatto risale al 31 agosto 2017, quando sulla pagina Instagram “Benny_Mussolini” il vigilante – tra centinaia di commenti – postò una foto dell’onorevole e scrisse: “P…ana, nipote di un criminale partigiano”, riferendosi ad Arrigo Boldrini, protagonista della Resistenza in Romagna ed ex parlamentare del Pci.
L’inchiesta scattò a seguito di una segnalazione dell’Ispettorato della Camera alla Polizia Postale. A quel punto la Procura di Roma aprì un fascicolo per vilipendio nei confronti di un’alta carica dello Stato e trasmise gli atti alla Procura di Tivoli, nella giurisdizione della quale rientra il territorio di Campagnano dove l’imputato risiede.
A Tivoli il reato di vilipendio è stato derubricato in diffamazione aggravata, per la quale l’onorevole Boldrini ha formalizzato querela soltanto il 9 luglio 2020, a distanza di tre anni dal fatto.
Per questo in aula il difensore di Donato Sarcone ha sollevato una questione di procedibilità in quanto la querela fu successiva al procedimento penale.
Eccezione respinta, per cui il legale ha annunciato al giudice Fabbrini che lui e il suo assistito saranno delle mummie processuali fino alla sentenza prevista per il prossimo giugno.
Davanti alle telecamere di Tiburno.Tv la guardia giurata si è giustificata così.

Condividi l'articolo:
LEGGI ANCHE  Giorgia Meloni al G20 di Bali con la figlia. “Faccio la mamma come voglio”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.