E’ morto il primo uomo col cuore di un maiale

Il sogno dell'americano David Bennet si è spento dopo due mesi

È durato poco più di due mesi il sogno di David Bennett di vivere, primo uomo al mondo, dopo il trapianto di un cuore di maiale geneticamente modificato. Non idoneo a ricevere un cuore umano, l’uomo, 57 anni, era stato operato il 7 gennaio nell’ospedale del Maryland, negli Stati Uniti, in un estremo tentativo di salvargli la vita. Si è spento nello stesso ospedale, come riferisce il sito di Abc News, dopo un progressivo peggioramento delle sue condizioni.

Il paziente americano è stato il primo uomo a ricevere un cuore di maiale, un cuore però geneticamente modificato in modo da evitare il rigetto dell’organo. Il precedente più noto – ricorda Avvenire – risale al 1984, quando la piccola Baby Fae era sopravvissuta per 21 giorni con il cuore di un babbuino.

LEGGI ANCHE  MENTANA – L'ovazione per Matteo Alesiani, il nuovo vicesindaco

I precedenti tentativi di questo tipo di trapianti – detti xenotrapianti – sono infatti falliti in gran parte perché i corpi dei pazienti hanno rapidamente respinto l’organo animale. Questa volta, i chirurghi del Maryland hanno utilizzato un cuore di un maiale geneticamente modificato: gli scienziati hanno modificato l’animale per rimuovere i geni del maiale che innescano il rigetto iperveloce e aggiungere geni umani per aiutare il corpo ad accettare l’organo.

Il figlio di Bennett, riferisce il sito di Abc News, ha elogiato l’ospedale del Maryland per aver compiuto l’estremo tentativo del trapianto di un cuore di maiale, sottolineando che la famiglia sperava che avrebbe portato a ulteriori tentativi per frenare la carenza di organi.

LEGGI ANCHE  LICENZA - Quando il concerto lo suonano le campane

 

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.