Disturbi del comportamento alimentare, è la giornata del fiocchetto lilla

Il Colosseo sarà colorato a tema

Oggi è la Giornata Nazionale del Fiocchetto Lilla, dedicata alla sensibilizzazione dei Disturbi del Comportamento Alimentare. Per l’occasione il Colosseo si illuminerà di lilla, aderendo all’iniziativa lanciata dall’Associazione Never Give Up: un segnale per aumentare la consapevolezza riguardo a un problema molto diffuso tra bambini e ragazzi, che durante la pandemia è cresciuto in misura preoccupante.

In mattinata intanto nel Museo dell’Istituto superiore di sanità si è svolto un seminario sul tema durante il quale sono state annunciate le ultime stime sul fenomeno dei disturbi alimentari e l’aggiornamento della mappa dei servizi sul territorio. Nel Lazio si occupano del disturbo 1.099 professionisti, 7 strutture pubbliche che assistono più di 9.000 persone, di cui 3.000 in carico da più di 5 anni.

LEGGI ANCHE  SAGRE – A Saracinesco domenica a tutta polenta

Per l’occasione è stato presentato il libro di Fiorenza Sarzanini “Affamati d’amore”.
La cronista, vicedirettore del Corriere della sera, è la stessa Sarzanini, che tra le nove storie racconta anche la sua per spiegare che può succedere a tutti, nessuno escluso di fare della propria fame un’ossessione. A 23 anni, infatti, ha rivelato di aver sofferto di anoressia. “E’ una malattia seria che va curata come le altre malattie. Nelle storie che ho raccontato, ho riscontrato lo stesso elemento che è stato anche il mio, l’ossessione, il chiodo – come l’ho definito – che si ha sempre nella testa e riguarda il cibo. Una ossessione che ti sconvolge e che sconvolge la vita delle famiglie”.
All’incontro sono intervenuti fra gli altri il presidente Iss Silvio Brusaferro; il giornalista Mario Calabresi e Massimo Ammaniti, docente di psicopatologia dello sviluppo, Università La Sapienza, Roma.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.