GUIDONIA – Tra i rottami spunta la pistola rubata, svuotacantine denunciati

Due romeni beccati con un carico di ferraglia in via della Selciatella dai Carabinieri Forestali: giornata di sequestri, denunce e multe “salate”

Giornata di sequestri, denunce e multe “salate” quella di oggi, sabato 7 maggio, a Guidonia Montecelio. Il bilancio è di 5 svuota-cantine abusivi deferiti all’Autorità Giudiziaria e tre veicoli posti sotto sequestro da parte dei Carabinieri Forestali delle stazioni di Ciciliano e Guidonia Montecelio.

I militari, col supporto delle Guardie Ecologiche dell’associazione “Fedra”, si erano appostati in via della Selciatella nelle vicinanze di un impianto autorizzato allo smaltimento di rottami metallici.

I primi a finire nella rete sono stati C. B. e C. B., due italiani di 53 e 29 anni residenti a Tor Sapienza, fermati a bordo di un autocarro Ford Connect di proprietà del 53enne. Nel cassone i Forestali hanno rinvenuto un carico di rifiuti ferrosi privo di documentazione attestante la provenienza, tra cui il cofano di un’auto, 8 traverse anteriori, un ammortizzatore e un semiasse con residui di grasso.

Il veicolo è risultato non iscritto all’Albo dei Gestori Ambientali necessario per il trasporto di rifiuti speciali pericolosi e non, per cui è stato sequestrato e i due italiani sono stati denunciati per trasporto e gestione illecita di rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi.

LEGGI ANCHE  GUIDONIA - Enel trancia le radici di un pino, strada chiusa

Il secondo ad essere denunciato per trasporto illecito di rifiuti speciali non pericolosi è stato C. I., 56enne italiano di Monterotondo. L’uomo è stato trovato alla guida di un Fiat Fiorino intestato ad una ditta di termo-idraulica di Roma e all’interno del cassone c’erano 7 scambiatori di caldaia in rame, 8 termosifoni in alluminio, 4 radiatori in alluminio, una busta piena di tubi di rame e una con ottone e rame: il furgone non era iscritto all’Albo dei Gestori Ambientali e il carico era privo di documentazione attestante la provenienza dei rifiuti.

I Forestali hanno inoltre denunciato per recupero e trasporto di rifiuti speciali non pericolosi L. D. C. e L. B., due romeni di 42 e 54 anni residenti rispettivamente a Palombara Sabina e a Fonte Nuova. I due sono stati fermati a bordo di una Opel Meriva con all’interno due lavandini d’acciaio, un radiatore di auto in ferro, tubi e rubinetteria: il veicolo non era iscritto all’Albo dei Gestori ambientali pertanto è stato sequestrato.

LEGGI ANCHE  GUIDONIA - Fa “strike” di auto e si ribalta, aveva “bevuto”

Tra i rottami i Forestali hanno rinvenuto anche una pistola calibro 9 senza matricola, così i due svuota-cantine romeni sono stati denunciati anche per porto abusivo di arma da fuoco e trasporto abusivo di parti di pistola.

Non è finita.

Da un controllo è emerso che L. D. C. – il 42enne al volante – era senza patente perciò è stato multato di 5.110 euro.

Durante la giornata di oggi i Carabinieri Forestali hanno controllato 9 veicoli e 11 persone, tra cui anche un 50enne di Mentana sorpreso alla guida di una Volkswagen Golf con revisione scaduta: per lui è scattata una multa di 173 euro.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.