GUIDONIA – Elezioni, affissioni selvagge: Zarro denuncia

Il candidato sindaco civico di “Uniti in Comune” sferza il rivale civico Mauro Lombardo: “Come governa chi non rispetta le regole?” Spuntano anche manifesti del Pd

Fino a ieri il suo slogan era “Sei più bella di così”, facendo riferimento alle condizioni in cui Guidonia Montecelio è stata ridotta negli ultimi 5 anni di governo Movimento 5 Stelle e Partito Democratico.

Oggi lo slogan elettorale è un altro: “Pensare, amministrare, vivere MEGLIO”. Recitano così le centinaia e centinaia di manifesti affissi in tutti i quartieri da Mauro Lombardo, il candidato sindaco delle sette Liste del “Nuovo Polo Civico” alle elezioni di domenica 12 giugno.

In realtà quei manifesti sulle plance elettorale non ci potrebbero stare, se non da venerdì 20 maggio.

A denunciare la situazione di affissione abusiva è Claudio Zarro, candidato sindaco di “Uniti in Comune”, l’altro cartello civico composto anch’esso di sette Liste.

Non guardo mai in casa altrui – scrive Zarro sulla sua pagina Facebook – ma essendo stato molto attento ai miei candidati, stavolta non lascerò cadere la cosa nel vuoto e la denuncerò pubblicamente”.

LEGGI ANCHE  GUIDONIA - Elezioni, ha stravinto il partito dell’astensionismo

I manifesti sulle plance elettorali comunali (le riconoscete perché sono quelle affisse a terra, diverse dalle plance della 3esse) possono essere affissi solo 48 ore dopo il sorteggio – spiega – Sorteggio che si svolgerà mercoledì 18 maggio 2022. E sapete da quanto campeggiano su tutta Guidonia Montecelio questi manifesti? Da almeno 3 giorni. Questo vuol dire un vantaggio di quasi una settimana sugli altri tre candidati Sindaco, me compreso.

Il territorio è totalmente inondato di questi manifesti, e tutti della stessa persona. Setteville Nord-Marco Simone, Montecelio, Albuccione, Villanova, Guidonia.

Sopra c’è scritto “Pensare, amministrare, vivere meglio”. Con chi, con chi non rispetta neanche le regole base di confronto elettorale? Chi si propone di governare una città, in questo caso la nostra città, Guidonia Montecelio, dovrebbe in primis rispettare le regole.

Se non lo fa, iniziate a chiedervi che tipo di amministratore locale sarebbe e che tipo di città sarebbe la nostra con questa persona e lo schieramento politico che lo sostiene”.

LEGGI ANCHE  GUIDONIA - Elezioni, tre candidati lasciano la lista “Colleverde in Comune”

Per la cronaca, nelle foto postate da Claudio Zarro spuntano anche i manifesti affissi sulle plance elettorali da parte di Kevin Bernardini, giovane candidato Consigliere comunale del Partito Democratico.

Il suo slogan? “Una voce nuova per Guidonia Montecelio”: sarà, ma le abitudini sembrano quelle della vecchia politica.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.