Monterotondo, approvato il bilancio triennale: confermate le aliquote Imu

Possibilità per le famiglie di rateizzare il pagamento di Imu e Tari

Il Consiglio comunale ha approvato, nel corso della lunga “sessione di bilancio” del 31 maggio, il bilancio di previsione per il triennio 2022-2024 e il DUP – Documento Unico di Programmazione, lo strumento che permette l’attività di guida strategica ed operativa e costituisce, nel rispetto del principio del coordinamento e coerenza dei documenti di bilancio, presupposto necessario di tutti gli altri documenti di programmazione.

Confermate le aliquote Imu per tutte le categorie catastali e le aliquote dell’addizionale IRPEF comunale, che rimangono quindi invariate rispetto allo scorso anno.

Rinnovato  – riporta una nota del Comune – anche il Regolamento relativo al Canone Unico Patrimoniale di concessione, autorizzazione o esposizione pubblicitaria, per adeguarlo anche al Regolamento Centro storico recentemente approvato dal Consiglio comunale.

Nella stessa seduta sono stati approvati anche il Piano delle alienazioni e delle valorizzazioni immobiliari e il Piano triennale dei Lavori pubblici.

LEGGI ANCHE  TIVOLI – Dal Mausoleo dei Plauzi al Tempio della tosse: bilancio di scavi e restauri

RATEIZZAZIONI PER TARI E IMU

Come pure il Regolamento per la rateizzazione delle entrate comunali, provvedimento agile per andare incontro alle difficoltà che famiglie e imprese abbiano avuto e potranno avere per il pagamento dei tributi comunali (fondamentalmente la Tari e l’Imu): rateizzando e quindi risolvendo le loro esposizioni ed evitando le azioni esecutive.

È altresì uno degli strumenti che l’Amministrazione mette in campo per ridurre la eccessiva evasione ed elusione fiscali, che appesantiscono il bilancio comunale e frenano le azioni innovative.

«Un bilancio particolarmente ricco di investimenti sulle infrastrutture della città – afferma l’assessora al Bilancio e Patrimonio Antonella Pancaldi – e che, pur in presenza delle difficoltà di cui soffrono tutte le amministrazioni locali, riesce a garantire la conservazione dei servizi, specie quelli che da sempre sono al centro delle azioni dell’Amministrazione comunale quali solidarietà, inclusione sociale, promozione dell’istruzione e della cultura. Ringrazio gli Uffici, i dirigenti e i funzionari per il loro lavoro di elaborazione dei provvedimenti. Ringrazio il Collegio dei Revisori per l’azione di controllo collaborativo. Ringrazio infine il sindaco per la fiducia che mi ha dato e per aver compiuto insieme a me le scelte di bilancio, a volte dolorose, ma necessarie».

LEGGI ANCHE  GUIDONIA - Truffa all’anziana, “finto nipote” catturato dal nipote vero

«Quello approvato è il primo bilancio dopo l’emergenza Covid – dichiara il sindaco Riccardo Varone – che ne sconta gli effetti senza il supporto dei ristori previsti invece per gli anni precedenti. Tengo a sottolineare l’adozione del regolamento per la rateizzazione, strumento particolarmente flessibile con cui intendiamo intensificare quella politica delle entrate che il Consiglio invoca all’unanimità, soprattutto un modo per venire incontro a cittadini e imprese, senza dimenticare che l’Amministrazione deve poter contare su un flusso di entrate per continuare a garantire i servizi».

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.