MONTEROTONDO – Torna “Summer in Science”

Una full immersion nella scienza per gli studenti delle scuole superiori

Dal 13 al 24 giugno dopo due anni di stop torna la scuola estiva organizzata da Adamas Scienza ed EMBL in collaborazione con il CNR, presso il Campus di ricerca internazionale di Monterotondo. L’edizione di quest’anno è dedicata alla memoria di un grande scienziato, il Professore Riccardo Cortese, e realizzata grazie al contributo dei suoi familiari e amici.

Summer in Science è un esempio unico in Italia di scuola estiva residenziale che offre un’esperienza di ricerca full-immersion nel campo delle scienze con full-immersion nel campo delle neuroscienze, epigenetica, genomica, biologia cellulare e molecolare.

Venti studenti e studentesse del quarto anno delle scuole superiori provenienti da tutta Italia parteciperanno al programma nel Campus di ricerca internazionale di Monterotondo.

Nella prima settimana gli studenti sperimenteranno in prima persona, ragionando individualmente e collettivamente sulle strategie di pianificazione e conduzione degli esperimenti e sull’analisi critica dei risultati sperimentali. La seconda settimana prevede la partecipazione attiva degli studenti ai progetti di ricerca presso i laboratori dell’EMBL e del CNR. Il programma delle due settimane è inoltre arricchito da sessioni di seminari, approfondimenti e attività di gruppo ed è immerso in un contesto di confronto e dibattito critico sui meccanismi della ricerca e della comunicazione scientifica.

LEGGI ANCHE  TIVOLI: Il cinema nella bellezza, a Villa Adriana e Villa d'Este torna il “Villae Film Festival”

Un’occasione per ricordare Cortese, un grande scienziato italiano. Laureatosi in medicina presso l’Università di Napoli, Riccardo Cortese ha diretto per molti anni il programma di Gene Expression dell’EMBL di Heidelberg. Tornato in Italia, è stato Direttore dell’Istituto di Ricerche di Biologia Molecolare (IRBM) di Pomezia, dove ha posto le basi per lo sviluppo di trattamenti innovativi di malattie di grande impatto quali l’epatite C e l’AIDS. Tra le sue più recenti scoperte c’è lo sviluppo di un nuovo approccio alla generazione di vaccini su base adenovirale, tra cui il primo vaccino contro Ebola.
Riccardo Cortese ha condotto la ricerca biotecnologica italiana ai vertici dell’eccellenza mondiale. Uomo di straordinaria intelligenza, di vasta cultura e innumerevoli interessi, si è sempre distinto per la sua attenzione alla formazione dei giovani ricercatori.

LEGGI ANCHE  MONTEROTONDO – Al via l'Estate Eretina, in cartello ottanta appuntamenti

“Stavamo cercando un modo appropriato per onorare e ricordare Riccardo” dice Karen Jonkman, moglie di Riccardo Cortese. “Lui non era solo un uomo di scienza, ma aveva altre qualità uniche. Era un mentore per natura, sempre orgoglioso dei risultati dei suoi collaboratori e studenti di cui aveva piena fiducia. Summer in Science può far scattare la scintilla in alcuni giovani che si appassioneranno alla ricerca e alla scienza come Riccardo. Siamo lieti di far parte di questa iniziativa”.

Info: 06.90091349 rossana.delorenzi@embl.it

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.