TIVOLI – Razzie a Terni, presi i “trasfertisti” dei furti in appartamento

Due fratelli di 20 e 21 anni originari della Romania rubavano su auto noleggiate

A incastrarli è stata l’idea di noleggiare automobili per la “trasferta”, perché la targa è stata intercettata dalle telecamere di videosorveglianza.

Così nella mattina di ieri, mercoledì 19 giugno, la Squadra Mobile della Questura di Terni, in collaborazione con il Commissariato di Tivoli, ha dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari, emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari presso il Tribunale di Terni, nei confronti di fratelli di 21 e 20, originari della Romania ma entrambi nati a Roma e residenti nella zona di Cesurni a Tivoli Terme.

I due ragazzi, già noti per reati contro il patrimonio, sono considerati i presunti autori di due furti in abitazione commessi a Terni l’8 dicembre 2023 ed il 15 marzo scorso.

LEGGI ANCHE  GUIDONIA TIVOLI – Festival del Travertino Romano, musica e arte nel bacino estrattivo

Le indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica di Terni, hanno preso le mosse dagli accertamenti effettuati dalla Terza sezione della Squadra Mobile della Questura di Terni subito dopo il primo furto commesso nella tarda mattinata dell’8 dicembre 2023 in zona Polymer: in quella circostanza, i due fratelli avrebbe agito in concorso con un 17enne, che è stato denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Perugia.

Dopo essersi introdotti all’interno dell’abitazione, forzando la finestra del salotto, i tre si erano impossessati di diversi gioielli d’oro per poi darsi alla fuga a bordo di una Lancia Y, riprese da alcune telecamere private presenti in zona. Gli investigatori hanno accertato che la vettura era stata noleggiata dal 20enne arrestato presso una ditta di autonoleggio di Roma.

LEGGI ANCHE  TIVOLI - Rifiuti, 41 mila euro per il monitoraggio delle attrezzature e per la campagna di comunicazione

Anche in occasione del secondo furto, commesso in un’abitazione in zona Campomicciolo, i tre avevano asportato diversi gioielli d’oro ed utilizzato un’autovettura a noleggio, questa volta immortalata anche da telecamere del Comune di Terni.

La successiva attività di analisi dei tabulati telefonici e l’esecuzione di un decreto di perquisizione, emesso dalla Procura della Repubblica di Terni e da quella per i Minorenni di Perugia nei confronti degli indagati, in occasione della quale sono stati sequestrati alcuni dei capi di abbigliamento indossati dagli indagati e ripresi dalle immagini di videosorveglianza, ha quindi consentito di acquisire ulteriori elementi a loro carico.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.