Guidonia – Setteville, romeno “spoglia” auto in sosta: “Credevo fosse abbandonata”

L’uomo ora è a Rebibbia dopo il processo per direttissima celebrato stamane davanti al giudice Marianna Valvo che lo ha condannato a un anno e otto mesi di reclusione riconoscendo anche le aggravanti della violenza sulle cose e la recidiva specifica, in quanto ha precedenti negli anni 2008, 2010 e 2011.
Secondo la ricostruzione dei militari diretti dal capitano Alessandro Caprio, Cosmin Buzila è stato “beccato” in via Ugo Foscolo a Setteville mentre armeggiava su una Volkswagen Golf, “spogliata” del paraurti, dei fanali e di una parte del motore.
Il 28enne muratore romeno ha tentato di fare lo gnorri, ma i carabinieri lo hanno trovato in possesso di una chiave di una vettura Mercedes parcheggiata poco distante all’interno della quale sono stati rinvenute le parti mancanti della Golf.
Stamane in Tribunale Buzila ha ammesso di aver asportato i pezzi dell’auto dicendosi “convinto che fosse abbandonata considerato che era tutta impolverata e con un finestrino infranto”.
Una giustificazione che non ha convinto la Procura che aveva chiesto una pena a due anni e quattro mesi di reclusione e che non ha intenerito nemmeno il giudice: condanna e dritto in carcere.

Ma. Sa.

Condividi l'articolo:
LEGGI ANCHE  CAPENA - Rete idrica in manutenzione, mezza giornata senz'acqua

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.