Tivoli tra i comuni adatti alla discarica

IL Ministero della Transizione Ecologica consegna l'indicazione sui siti di riferimento per la gestione dei rifiuti nella provincia romana

Cambiano le epoche e le generazioni di persone addette alle decisioni ma la logica resta la stessa: fuori i rifiuti dalla Capitale. Roma non ha siti che possono ospitare la discarica. In Regione Lazio si sono così visti recapitare dalla Città Metropolitana i percorsi possibili verso i quali destinare i rifiuti. Sono realtà, siti, nei quali sarebbe possibile la “realizzazione di impianti di smaltimento di rifiuti urbani”.

Ebbene queste realtà dove si dovrebbero trovare postazioni idonee per il ricovero della mondezza sono a Cerveteri, Fiumicino, un’area ad est di Tivoli e Subiaco. Più una zona a Nord di Monterotondo e poi Carsoli, Nerola e Rignano.

Prossimo l’esaurimento della discarica di Civitavecchia i problemi del quadrante romano saranno accentuati. Nel frattempo a Magliano Romano è lotta dura senza paura contro il conferimento di spazzatura nel loro comune.

LEGGI ANCHE  TIVOLI – Trasporta pedane e cassette, il camion non era assicurato

Sabato scorso i sindaci di Monterotondo, Mazzano Romano, Rignano Flaminio, Castelnuovo di Porto, hanno protestato in una manifestazione contro l’attuale gestione raffazzonata che gestisce il materiale inerte, anche quello proveniente dall’impianto Tmb, come tal quale.

Ora ci sono sei mesi per trovare un nuovo sito per il ricovero delle ottocentomila tonnellate di rifiuti che fino ad ora ha contenuto Magliano, la cui nuova discarica si troverebbe a settecento metri dalle scuole.

 

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *