Sant’Angelo Romano, Castello Orsini riapre al pubblico

A garantire le visite la cogestione tra Comune e associazione Federico Cesi

Sabato 24 luglio sul terrazzo spettacolo teatrale 

E’ un luogo magico, che sembra quasi sospeso tra le nuvole, da dove si ammira il panorama della campagna romana fino alla Capitale. Dopo tre anni di chiusura torna a nuova vita il Castello Cesi Orsini di Sant’Angelo Romano, un gioiello storico risalente all’XI secolo costruito dalla famiglia Capocci e nel corso dei secoli divenuto proprietà delle casate nobiliari degli Orsini, poi dei Cesi, dei Borghese e infine di un pivato. Giovedì sera 15 luglio l’ex fortezza è stata ufficialmente riaperta al pubblico con una cerimonia presieduta dal sindaco Martina Domenici che ha tagliato il nastro affiancata dal presidente del Consiglio regionale del Lazio ed ex sindaco di Tivoli Marco Vincenzi.

LEGGI ANCHE  “Donna si nasce non si diventa”

La riapertura è frutto di una convenzione per la concessione triennale (fino al dicembre 2024) della gestione del Castello e del Museo siglata tra l’amministrazione comunale e l’associazione ”Federico Cesi” di Sant’angelo Romano una realtà culturale costituita nel dicembre 2020 con l’obiettivo di valorizzare il territorio attraverso iniziative di enogastronomia, mostre d’arte e spettacoli musicali e teatrali.

Sabato 24 il terrazzo del castello ospiterà lo spettacolo teatrale ”Un giorno bianco”, programma di e con Tamara Bartolini, Michele Baronio tratto dal libro ”Ho costruito una casa da giardiniere” di Gilles Clément per un massimo di cento posti a sedere.

 

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

7s