Il Governo Draghi non cede: “Nessun tampone gratuito”

Nei Paesi Bassi, un tampone al mese gratuito spetta anche agli stranieri.

Aumenta il costo della luce, aumenta il costo del gas, il prezzo del diesel non smette di salire, il GPL è arrivato a prezzi molto alti e c’è già chi annuncia nuovi incrementi record. In tutto questo tourbillon di aumenti il Governo ha pensato bene di far pagare i tamponi anche a chi si è vaccinato, perché un cittadino vaccinato in attesa del Green Pass (trascorrono in media dieci giorni) per entrare in un ristorante deve necessariamente esibire la carta verde. Gli altri governi, invece, hanno preferito sui tamponi non toccare le tasche dei cittadini dato che in Francia basta una prescrizione medica o la tessera sanitaria per averlo gratis. La Germania offre a tutti un tampone gratuito a settimana e in Spagna è gratis. Lo screening è totalmente gratuito anche in Danimarca, in Austria, Belgio, Olanda e Croazia. Nei Paesi Bassi, un tampone al mese gratuito spetta anche agli stranieri. Mentre gli italiani, a differenza degli atri cittadini europei, sono costretti a pagarsi il tampone la politica prosegue ad essere divisa solo a parole (nessuno lascia la maggioranza per i tamponi a pagamento) con una parte del centrodestra e Beppe Grillo che chiedono i tamponi gratis e con Forza Italia contraria al tampone “fai da te”. La storia dei tamponi a pagamento, purtroppo, continua.

LEGGI ANCHE  Suicidio assistito, l'Italia autorizza per la prima volta

FGI

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

7s