Covid, senza vaccino si muore nove volte di più

Lo rivela l'analisi dei dati dell'Iss

Il tasso di decessi covid tra i non vaccinati è 9 volte superiore rispetto a quello delle persone che hanno ricevuto il vaccino da meno di 6 mesi. Lo riporta l’Istituto superiore della sanità nell’ultimo report settimanale sull’andamento dell’epidemia in Italia. In un mese, secondo l’Iss. “nel periodo 24 settembre-24 ottobre, il tasso di decesso” per covid “nei non vaccinati (65 per 100mila) è 9 volte più alto rispetto ai vaccinati con ciclo completo entro 6 mesi (7/100mila) e 6 volte più alto rispetto ai vaccinati con ciclo completo da oltre 6 mesi (11/100mila)”.
SUL FRONTE GIOVANI
Dall’inizio dell’epidemia al 17 novembre in Italia sono stati calcolati 808.228 contagi, di cui 34 morti, nella popolazione 0-19 anni. I ricoveri tra i bimbi e gli adolescenti sono stati in tutto 8.557, quelli in terapia intensiva 251. Lo sottolinea l’Istituto superiore della sanità nell’ultimo report settimanale sull’andamento della pandemia in Italia, evidenziando che dal primo al 14 novembre “in questa popolazione sono stati segnalati 22.202 nuovi casi, di cui 143 ospedalizzati e 5 ricoverati in terapia intensiva”.
GLI ULTIMI DATI
I nuovi positivi in Italia sono 11.555: per trovare una cifra simile bisogna tornare indietro di oltre sei mesi, al 6 maggio, quando furono 11.807. Allora i numeri dei contagi erano in discesa, in questi giorni invece c’è una progressione costante. A maggio, però, era molto alto il dato delle vittime: 258. Oggi sono 49 secondo il bollettino del Ministero della Salute.

Condividi l'articolo:
LEGGI ANCHE  Inverno col sole

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *