Il primo treno per Tivoli

Sul convoglio curiosi e danarosi passeggeri viaggiano a 20 Km/h

Negli anni 1870- 1930 Piazzale delle Nazioni Unite era occupato da un deposito di locomotive del “Tramvetto”, che faceva servizio fra Roma e Tivoli. Si trattava di una linea minore progettata già in epoca pontificia ed entrata in funzione dopo l’unificazione. Il primo treno parte per Tivoli nel 1876 da San Lorenzo, Ponte Mammolo, Bagni di Tivoli e successivamente raggiunge l’antica città del travertino. Sul convoglio viaggiano curiosi e danarosi passeggeri, che non posso certo essere timorosi per la velocità. Infatti, la locomotiva non supera i 20 Km/h. Rammentiamo che è il 1839 quando alla presenza di Ferdinando II Re delle Due Sicilie, viene inaugurata la Napoli-Portici, prima linea ferroviaria italiana a doppio binario lunga complessivamente 7,2 chilometri. Dopo l’unità del Paese lo Stato diventa proprietario di tutta la linea nel 1905 e la gestione della rete è davvero molto gravosa per le finanze del Regno.

LEGGI ANCHE  Tivoli. Lo straordinario villaggio protostorico

(Nella foto il deposito della tramvia fra Tivoli e Roma, nel 1929).

FGI

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *