Lettera aperta dell’imprenditore Vincenzo De Gennaro ai colleghi del settore estrattivo

Il tema: le deliberazioni di fuoriuscita dei Comuni di Tivoli e Guidonia dal Centro di Valorizzazione del Travertino Romano

Cari colleghi imprenditori buongiorno

La presente comunicazione ha il solo scopo di assicurare che nel nostro settore produttivo vi sia la piena consapevolezza di quanto sta avvenendo in questi giorni.
Con le deliberazioni di fuoriuscita dei due Comuni di Tivoli e Guidonia dal Centro di Valorizzazione del Travertino Romano, in particolar modo di quello di Guidonia che per delega statuita con legge della Regione Lazio è l’Ente pubblico portante di tutto il progetto regionale di valorizzazione del Polo industriale estrattivo della preziosa risorsa mineraria e del suo sistema produttivo di coltivazione, il Consorzio a breve non avrà più la natura istituzionale pubblico- privata e sarà costretto a chiudere.
Nei prossimi giorni, purtroppo, a seguito del recesso dei 2 Enti occorrerà procedere alla convocazione dei soci per la stipula dello scioglimento dello storico Consorzio.
A 33 anni dalla sua costituzione finisce qui il tentativo di Valorizzazione del più bello e straordinario Travertino del mondo.
A 5 anni dalla profetizzazione di qualcuno in campagna elettorale che le cave prima o poi sarebbero state chiuse, la più brutta pagina della millenaria storia del pietra ornamentale tiburtina sta per essere scritta. L’inizio della fine è prossimo.

LEGGI ANCHE  GUIDONIA - Incastrati nell’intercapedine, passeri salvati dai volontari

Condoglianze, caro Travertino Romano!

Vincenzo De Gennaro

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.