TIVOLI – “Un’orchestra per tutti”, via al progetto per i futuri musicisti

Protagonisti gli studenti del seconde e terze medie ad indirizzo musicale di 5 Istituti comprensivi

Si chiama “Tutti per uno. Una orchestra per tutti”, è un progetto che riunisce le sezioni musicali delle scuole di Tivoli, Castel Madama, Tivoli Terme, Vicovaro e Subiaco previsto dal Piano delle Arti 2021 – 2022.

I protagonisti sono circa 250 studenti di seconda e terza media dei 5 Istituti Comprensivi aderenti alla “Rete Concertamus” vincitrice di un finanziamento massimo di 24 mila euro. Fondi statali che da marzo a dicembre permetteranno ai ragazzi di impegnarsi in varie attività musicali sotto il coordinamento di docenti del “Conservatorio Alfredo Casella” dell’Aquila e della “Aima” (Associazione Italiana Musicisti Amatori) di Roma.

Durante i corsi i ragazzi proveranno i brani scelti per il 30 e 31 maggio quando, a strumenti separati, le 5 scuole suoneranno insieme in un grande concerto pubblico.

A spiegare il progetto a Tiburno.Tv è Giulio Ricci, alunno della seconda F e violinista della scuola Baccelli di Tivoli, con un articolo dal titolo

CHE LA MUSICA ABBIA INIZIO

Nel mese di marzo è iniziato per le scuole aderenti alla “Rete Concertamus” il progetto “Tutti per uno. Una orchestra per tutti” del Piano delle Arti 2021 – 2022. Le scuole che prenderanno parte a questo fantastico progetto sono gli Istituti Comprensivi Castel Madama, Vicovaro, Tivoli Centro, Subiaco, Tivoli Terme.

L’iniziativa si rivolge alle scuole ad indirizzo musicale, le attività infatti sono strettamente legate allo strumento: lezioni collettive con le altre scuole, accoglienza delle stesse, con presentazione del proprio Istituto, Masterclass per i più meritevoli, visita per le classi terze al Conservatorio Casella dell’Aquila, queste sono solo alcune delle iniziative proposte.

LEGGI ANCHE  TIVOLI - “Festa dello Sport”, divieto di sosta per tre giorni in tutta la Panoramica

Per realizzare tutto questo, e affinché tutto ciò si realizzi gli studenti sono stati inseriti in dei Comitati, ognuno con dei compiti ben precisi.

Quello della “Musica”, finalizzato a raccogliere e caricare, tra l’altro, musica e video;

“Foto e Video”, con il compito di realizzare locandine, foto degli eventi, filmati;

“Organizzazione” che si occuperà dell’accoglienza, del servizio d’ordine, del calendario degli eventi;

“Grafica – Pubblicità” realizzerà locandine per il Web, si adopererà per creare un Logo, collaborerà per la creazione di locandine cartacee.

Ed infine quello di “Scrittura”, il quale si occuperà di scrivere testi per le locandine, preparare interviste ai docenti e ospiti ed articoli di presentazione del progetto per facebook o giornalini scolastici.

Naturalmente questi sono solo alcuni dei compiti a cui gli studenti dovranno rispondere: ognuno ha scelto liberamente il Comitato che sentiva più vicino alle proprie aspettative e alle proprie inclinazioni. Ed il bello è proprio questo, ognuno metterà del suo, sentendosi parte di un gruppo di lavoro: per adesso si lavora su piattaforma, ma presto ci saranno degli incontri in presenza e l’ evento entrerà nel vivo.

Che cosa accomuna gli animi? Che cosa ci spinge a partecipare? La risposta è semplice….la musica.

Abbiamo scelto un indirizzo musicale per motivi diversi: chi suonava da anni, chi è cresciuto con lo strumento, chi come me non sapeva suonare ma con tenacia e tanta voglia di imparare è arrivato a buoni livelli. Ognuno ha aspettative diverse, sogni da realizzare, ostacoli da superare, ed ognuno ha scelto i diversi Comitati perché le personalità sono molteplici e le diversità tutte insieme realizzano dei progetti fantastici e ci arricchiscono.

LEGGI ANCHE  SAGRE – Domenica 18 settembre a Licenza pecora e musica a volontà

Qualcuno leggerà il mio articolo, io ascolterò la musica di un mio compagno, farò un applauso al logo che realizzerà un altro, tutti rideremo su un video divertente pubblicato da un gruppo, ma tutti lavoreremo per lo stesso scopo. Il progetto è un’occasione per confrontarsi, conoscere, intraprendere nuovi percorsi e perché no, fare nuove amicizie, non se ne hanno mai abbastanza.

Le esibizioni di strumento avverranno in sedi diverse e date diverse: il 12 aprile all’Auditorium a Bagni di Tivoli, si esibiranno le chitarre, mentre all’ Istituto Baccelli i violini; il 26 aprile sempre alle Baccelli sarà la volta dei pianoforti ed infine l’ 11 maggio daremo fiato alle trombe e il 12 maggio spazio ai flauti presso il Teatro Narzio di Subiaco. La musica sarà la protagonista di tutto questo progetto, ma insieme a lei ci saremo noi e i nostri insegnanti.

Suonare insieme ci darà l’ opportunità di riacquistare un po’ di normalità, quella che ci manca da troppo tempo. Il Covid ci ha portato via lo stare insieme, il condividere, ma pian piano ci stiamo riprendendo i nostri spazi, e questa iniziativa è un bel trampolino di lancio per fare ciò. E allora forza, mettiamoci a lavoro, sappiamo quello che dobbiamo fare, tra una canzone, un video, una foto, uno scritto e tanta musica facciamo tutti insieme del proprio meglio.

CHE LA MUSICA ABBIA INIZIO”.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.