TIVOLI - Parcheggi a pagamento, petizione contro la fascia blu

La Lega promuove una raccolta firme per annullare l’ampliamento della sosta oraria

Lo slogan è mutuato da una nota canzone di Rino Gaetano: “Ma il Centro è sempre più blu”. L’obiettivo è raccogliere le firme di “Chi è assicurato, chi è stato multato…” e di tutte le categorie che a Tivoli si sentono vessate dall’ultimo provvedimento in tema di parcheggi a pagamento.

I consiglieri comunali della Lega Vincenzo Tropiano e Andrea Napoleoni hanno promosso una petizione popolare per la revoca della delibera numero 126 con la quale il 31 maggio la giunta Proietti ha deciso di ampliare la fascia blu in alcune zone della città: da viale Roma al Parcheggio Lungoaniene Impastato, da viale Cassiano a Largo Saragat, da viale Mannelli fino a via del Governo e viale Missoni.

LEGGI ANCHE  Egofumo, apre in via Tiburtina il negozio di sigarette elettroniche del noto Brand romano

I Consiglieri di maggioranza dovrebbero tirare fuori gli attributi e mandare a casa Proietti, invece di pensare a mantenere la poltroncinaattaccano Napoleoni e TropianoLa Lega, interpretando il grave disagio arrecato ai cittadini dall’attuale maggioranza sul tema dei parcheggi, sostiene una raccolta firme per ottenere la revoca dell’ultima delibera che amplia la cosiddetta “Fascia Blu” a pagamento.

Nella stessa delibera si dice che ci saranno ulteriori graduali ampliamenti e che tale iniziative sono assunte per venire incontro alle esigenze dei cittadini. Roba da matti!”.

Vale la pena ricordare che il 6 aprile scorso la giunta Proietti aveva approvato la rimodulazione dell’attuale sistema tariffario relativo alle zone di fascia Blu su strada soggette a pagamento. Così la tariffa oraria era passata da 80 centesimi ad un euro: un aumento del 25 per cento.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.