SUBIACO – I benedettini donano la Rocca Abbaziale al Comune

Pronti investimenti per 14 milioni di euro

La Comunità Benedettina dona la Rocca Abbaziale alla Città di Subiaco. Intanto sullo storico edificio fioccano fondi per 14 milioni di euro da parte del Ministero del Turismo e della Sovrintendenza ai Beni Culturali che la riporteranno all’antico splendore.

Il sindaco Domenico Petrini, in carica da 8 mesi, porta a casa un grande successo e ringrazia: “Un atto di profonda generosità da parte della realtà benedettina e di Sua Eccellenza Don Mauro Meacci, Abate Ordinario, che – sottolinea –  va a rinsaldare quel prezioso legame tra la comunità sublacense e la millenaria presenza benedettna su cui si fonda l’essenza della Città. Un ringraziamento anche alla Diocesi di Tivoli e alla Santa Sede per i nulla osta rilasciato”.

LEGGI ANCHE  FONTE NUOVA - Vende droga sulla Nomentana, arrestato dai carabinieri

L’ACQUISIZIONE

Il bene dopo l’accettazione della donazione in Consiglio Comunale sarà nel patrimonio del Comune di Subiaco e potrà essere a disposizione della cittadinanza e delle Amministrazioni che si susseguiranno nei secoli a venire.
Restiuire alla Rocca gli antichi splendori inoltre non graverà in alcun modo sui cittadini: l’Ente sarà destinatario di finanziamenti per oltre 14 milioni di euro.

A spiegarlo è lo stesso Sindaco, annunciando l’avvio dei lavori di messa in sicurezza a partire già dalla prossima settimana per una cifra pari a 650.000 euro, di cui 400.000 rappresentano risorse già in possesso in precedenza dall’Amministrazione Comunale ma rimodulate, in base alle reali esigenze della struttura. I restanti 250.000 euro invece sono stati stanziati dalla Sovrintendenza ai Beni Culturali per la messa in sicurezza della struttura.

LEGGI ANCHE  GUIDONIA - Viabilità, 47 mila euro per la segnaletica stradale

econdo l’amministrazione l’appello al restauro è stato accolto dall’Onorevole Francesco Lollobrigida, Capogruppo alla Camera di Fratelli d’Italia, che, attraverso un emendamento alla finanziaria 2022, ha creato la base normativa per gli stanziamenti da parte del Governo.

I FONDI

Un primo, in arrivo dal Ministero del Turismo, per una prima cifra pari a 3 milioni di euro, a cui seguiranno ulteriori fondi per raggiungere la somma complessiva di 12 milioni di euro, necessari per il reale e concreto recupero della struttura. A questo si aggiungono 1,9 milioni di euro da parte della Sovrintendenza ai Beni Culturali che serviranno per il restauro della Rocca Abbaziale. (Gi.Pi.)

 

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.