GUIDONIA – Centro Agroalimentare, via libera della Regione all’ampliamento

Il nuovo Food Hub permetterà di accogliere oltre 1.500 nuovi occupati del settore, consolidandosi come terzo mercato in Europa

Via libera per il progetto di ampliamento del Centro Agroalimentare Roma (CAR) di Setteville di Guidonia.

Lo annuncia la Regione Lazio in un comunicato stampa diffuso nella giornata di oggi, martedì 30 aprile.

Secondo la nota, la conclusione della conferenza regionale rappresenta un passaggio fondamentale per l’avanzamento del progetto, che prevede un aumento entro il 2028 di oltre 200.000 metri quadrati della superficie coperta del Centro Agroalimentare Roma e che ne permetterà il consolidamento come primo mercato in Italia e terzo d’Europa, dopo quelli di Barcellona e Parigi.

L’estensione interessa le aree che confinano con l’attuale comprensorio del CAR e consentirà di sviluppare un nuovo hub strategico del food attraverso il miglioramento delle attività già presenti e l’implementazione di nuovi servizi integrati nel paesaggio e nel contesto urbano.

Inoltre, si stima un aumento produttivo del livello complessivo del CAR di circa 1500 unità, oltre un impatto indiretto di circa 1800 posti di lavoro impegnati nelle attività di realizzazione del progetto di espansione.

L’esito positivo della conferenza di servizi è un risultato importante a cui siamo arrivati grazie al coordinamento della Regione Lazio, al contributo del Comune di Guidonia e di Roma Capitale e che ci incoraggia ad andare avanti a lavorare per efficientare i servizi del CAR e a realizzare un hub strategico per il settore agroalimentare italiano, in grado di competere a livello internazionale con un modello virtuoso anche nella sostenibilità ambientale”, ha dichiarato Fabio Massimo Pallottini, Direttore Generale del CAR.

LEGGI ANCHE  TIVOLI - Scuola allagata, lezioni sospese alla “Igino Giordani”

Siamo molto contenti di questo risultato, un traguardo importante che permetterà uno sviluppo sostenibile ed efficiente non solo del Centro Agroalimentare Roma ma di tutta la filiera produttiva del territorio”, ha dichiarato Valter Giammaria, Presidente del CAR.

Il via libera della conferenza dei servizi al progetto di ampliamento del Centro Agroalimentare Roma è un fatto positivo: il Lazio sarà sempre più protagonista nell’ambito della commercializzazione dei prodotti ittici e ortofrutticoli in Italia, in Europa e non solo. Uno sviluppo virtuoso e sostenibile importante e indispensabile per il nostro territorio, anche e soprattutto per il previsto innalzamento dei livelli occupazionali”, ha dichiarato il presidente della Regione Lazio, Francesco Rocca.

Grazie a questo accordo, il CAR diventa ancora di più un polo d’eccellenza nel settore agroalimentare non solo della nostra Regione, ma di tutto il centrosud. Un esempio virtuoso anche dal punto di visto ambientale in virtù della vocazione verso la sostenibilità e il risparmio energetico”, ha dichiarato l’assessore al Bilancio, alla Programmazione economica, all’Agricoltura e alla Sovranità alimentare, alla Caccia e alla Pesca, ai Parchi e alle Foreste della Regione Lazio, Giancarlo Righini.

Il nuovo Centro Agroalimentare Roma mira a ridurre l’impatto ambientale attraverso l’introduzione di soluzioni innovative nella qualità degli immobili, una gestione efficiente del sistema idrico, l’utilizzo di fonti rinnovabili per il consumo energetico e la presenza di processi digitali che permetteranno di monitorare la sostenibilità della struttura.

Gli elementi costruttivi e di infrastruttura si integrano tramite un approccio aperto e inclusivo con il contesto urbano circostante, permettendo di creare una simbiosi industriale con le aziende del territorio in un’ottica di economia circolare, a beneficio dell’ambiente, dell’economia e della comunità locale.

LEGGI ANCHE  GUIDONIA - Sventa il furto e rincorre il ladro, ventenne investito dall’auto in fuga

Il nuovo intervento si prefigura come un HUB di servizi innovativi, connessi alle principali attività del centro, in cui la didattica, l’education e la ricerca in ambito agroalimentare punteranno a rendere il CAR un centro all’avanguardia sia per le grandi imprese sia per le piccole produzioni e attività locali che troveranno in questo luogo il punto di riferimento per crescere in un’ottica di filiera.

Il Centro Agroalimentare Roma è una delle più importanti strutture europee per la commercializzazione dei prodotti ortofrutticoli ed ittici. Grazie alla sua invidiabile posizione ed all’accentramento dell’offerta e della domanda che caratterizzano l’input e l’output di prodotti e servizi, il CAR rappresenta un grande polo logistico, organizzato, tecnologicamente avanzato e informatizzato, capace di dar consistenza ad un reale processo d’integrazione tra produzione, commercio, distribuzione, export, imprese di logistica e di servizi.

Le principali attività del CAR:

  • Mercato ittico: una movimentazione di vendita di 800.000 quintali di ittico all’anno che lo rendono già oggi il polo di maggiore sviluppo in Italia.
  • Mercato ortofrutticolo: primo mercato d’Italia con quasi 19 milioni di quintali di prodotti ortofrutticoli.
  • Logistica e lavorazione: una rete di infrastrutture di supporto alle realtà interne al CAR dotata di 24 piattaforme di preparazione e lavorazione dei prodotti.
Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.