FIANO ROMANO – Aiuti alle imprese, protocollo d’intesa tra Comune e Cna

Saranno anche promossi servizi rivolti a disoccupati

CNA DI ROMA E COMUNE DI FIANO ROMANO: AL VIA IL PROTOCOLLO D’INTESA

Domani, martedì 9 luglio alle ore 10:00, presso l’Aula Consiliare del Palazzo Comunale sarà siglato un protocollo d’intesa tra Comune di Fiano Romano e CNA di Roma per avviare una collaborazione finalizzata ad integrare le attività di sostegno alle imprese attive sul territorio nonché promuovere servizi rivolti a disoccupati, aspiranti imprenditori e imprenditrici, ai lavoratori e alle lavoratrici, rafforzando in tal modo le relazioni tra gli attori socio-economici.

Saranno presentiMarcello Falvo Presidenza CNA Nord Est, Giordano Rapaccioni Segretario CNA di Roma e Francesco Lopez Presidente CNA Industria, il Consigliere Primo Sparnacci con incarico di politiche del lavoro e politiche agricole, la Consigliera Barbara Orsi con incarico di attività di digitalizzazione, attività produttive e commercio e il Sindaco Davide Santonastaso.

LEGGI ANCHE  Tutti a tavola, torna la "Sagra della Pecora"

La collaborazione ufficializzata attraverso il Protocollo d’Intesa prevede l’erogazione gratuita da parte della CNA di Roma di servizi in favore di cittadini ed imprese nei seguenti ambiti quali:

− informazioni in materia di credito, finanziamenti, marketing e simili;

− animazione territoriale per la diffusione della cultura imprenditoriale;

− organizzazione di seminari, convegni e simili.

La CNA di Roma, inoltre, sempre a titolo gratuito e senza alcun vincolo di esclusività, si impegnerà a supportare il Comune di Fiano Romano nella gestione dello Sportello Europa, al fine di consentirne la migliore fruizione da parte di cittadini e imprese.

Si tratta di un passo importante per le politiche di valorizzazione e sviluppo del tessuto produttivo locale – ha affermato il Sindaco Santonastaso – sostenere le realtà attive e presenti sul territorio, con l’erogazione di servizi gratuiti, credo sia la migliore risposta che una pubblica amministrazione possa dare per restare al fianco del tessuto produttivo e delle famiglie ad esso collegate”.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.