Social card 2024, bonus di 80 euro ogni due mesi. Come fare la domanda

A chi spetta e gli indicatori Isee

L’arrivo del 2024 ha portato al rinnovo del programma Carta Acquisti, dedicato ai cittadini ultra 65enni e ai genitori di bambini di età inferiore ai tre anni.

La Social card . Con il 2024 si rinnova il programma Carta Acquisti. E’ dedicato ai cittadini di età pari o superiore ai 65 anni e ai genitori di bambini di età inferiore ai tre anni che, se rientrano nei criteri Isee previsti per le diverse categorie, potranno ricevere un contributo di 80 euro ogni due mesi per le spese alimentari, sanitarie e per il pagamento delle bollette di luce e gas.

Come presentare domanda

La domanda per la Carta Acquisti, completamente gratuita per gli aventi diritto, potrà essere presentata negli Uffici Postali compilando i moduli pubblicati sul sito del ministero dell’Economia e delle finanze.

LEGGI ANCHE  TIVOLI - Città più attiva, il Comune vuole rendere operativa la Consulta delle Associazioni

I beneficiari che hanno già a Carta e rientrano nei requisiti previsti non dovranno presentare una nuova richiesta.

I valori dell’Isee

Per i cittadini nella fascia di età dei minori di 3 anni, valore massimo dell’indicatore Isee pari a euro 8.052,75.

Per i cittadini di età compresa tra i 65 e i 70, valore massimo dell’indicatore Isee pari a 8.052,75 euro e importo complessivo dei redditi percepiti non superiore a 8.052,75 euro.

Per i cittadini nella fascia di età superiore agli anni 70, valore massimo dell’indicatore Isee pari a 8.052,75 euro e importo complessivo dei redditi percepiti non superiore a 10.737,00 euro.

La nuova modulistica

Alla luce di queste indicazioni, a partire dal primo gennaio 2024, per i cittadini che presentano domanda per ottenere il beneficio Carta Acquisti, dovrà essere utilizzata la nuova modulistica con i limiti Isee e reddituali sopra riportati. I moduli sono disponibili, oltre che presso gli Uffici postali, anche nei siti internet di Inps, Poste Italiane, Ministero dell’Economia e delle Finanze e Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.