E’ Gabriele Cera uno dei fighters italiani più forti al mondo: l’ultimo trionfo a Orlando

L'atleta di Castel Madama si è aggiudicato in Florida un'altra cruciale vittoria nel karate Combat. E l'ha dedicata ad Andrea e Mattia

Gabriele Cera, uno dei fighters italiani più forti al mondo nelle arti marziali, è rientrato da pochi giorni a casa, a Castel Madama da Orlando (Florida) con una importante vittoria nel Karate Combat, un circuito di arti marziali molto simile all’ UFC e al Bellator che sta crescendo in modo esponenziale in America (in onda sempre su ESPN). Gabriele, nato a Tivoli e residente a Castel Madama, è al momento l’unico atleta italiano a rappresentarci nel Karate Combat.

Prosegue, così, il viaggio del campione all’interno della promotion più importante al mondo di karate full contact. Tra le ultime vittorie incassate, memorabile, quella del 27 agosto a Orlando in Florida, quando il karateka  ha vinto contro il canadese Jonathan Broad nella categoria dei pesi ‘welter’. Cera ha combattuto mostrando stile e tecniche perfette, dominando completamente il match.

E’ il secondo match che Gabriele Cera si aggiudica nel Karate Combat KC 35 del 2022 nel peso dei 75 kg: aveva già battuto il francese Alexandre Bourbane.

Guidato sempre dal Maestro di arti marziali Luigi Di Francia il suo viaggio ancora non è terminato, in un circuito che vanta oltre 10 milioni di visualizzazioni online.

LEGGI ANCHE  CINEMA - Grandi Festival  (Cannes, Locarno e Venezia) a Roma e nel Lazio. Registi in sala

LA VITTORIA DEDICATA AD ANDREA E MATTIA

Ad elogiarlo anche l’amministrazione comunale per aver portato e onorato nel mondo i colori di Castel Madama. ”Gabriele è stato in completo controllo del match per tutta la durata dell’incontro”, ha commentato l’assessore allo Sport Stefano Scardala. ”Emozionante il momento della proclamazione da parte dell’arbitro, e ancor di più il momento in cui il maestro Cera ha dedicato la vittoria ad Andrea e Mattia, due nostri concittadini scomparsi prematuramente quest’anno, dimostrando, così, un forte senso di appartenenza alla nostra comunità.”

LA CRESCITA

Gabriele inizia la pratica del karate nel 1995, a soli 6 anni, spinto dai film di arti maziali degli anni 90, chiede ai genitori di iscriverlo in un Dojo di Karate.

La formazione di Gabriele inizia con la pratica del karate tradizionale e viene ampliata con il kumite (combattimenti) nel 2005.

Nel 2007 ad appena 18 anni, conquista la prima medaglia di valore internazionale, medaglia d’oro alla WORLD CUP SHUKOKAI 2007 CRETA, GRECE, e due anni dopo nel 2009 sempre nei pesi welter ( 75 kg / 165 lb ) ancora oro alla WORLD CUP SHUKOKAI 2011 MONACO, GERMANY.

LEGGI ANCHE  MORLUPO - La Coldiretti regala 700 piantine di ulivo per la scuola

In carriera colleziona primi posti in trofei e campionati nazionali e internazionali (Oro “OPEN DI GRADO” 2013 , Oro VENICE CUP 2017…e competizioni internazionali svolte in territorio italiano).

Nel 2012 apre la sua accademia di arti marziali “DOJO” dove insegna il karate con grande amore e dedizione. La stessa Accademia vede una crescita importante nel 2016 con la nuova sede a Castel Madama.

Nello stesso periodo Gabriele inizia ad approfondire le sue conoscenze marziali insieme a Luigi Di Francia, esperto nel Brazilian Jiu Jitsu e nelle mixed martial arts, sia come coach che come atleta.

Nel Giugno del 2018 un’ email di invito per un incontro preliminare nella promotion “KARATE COMBAT” da la possibilità a Gabriele di guadagnarsi un contratto multi-fight.

Dal karate sportivo (wkf) al karate a contatto pieno in un notte di NEW YORK , il 27/9/2018 il primo match da professionista nella location piu’ esaltante che si poteva desiderare, combattere al 102° piano del grattacielo piu’ alto di NY, IL ONE WORLD OBSERVATORY.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.