TIVOLI – Bus turistici per le Ville, il Tar rinnova l’autorizzazione

Città Metropolitana e Roma Capitale avevano negato il permesso alla “Green Line Tours Spa” che da anni scarrozza i visitatori di tutto il mondo

Una si è limitata a comunicare che il permesso temporaneo era oramai scaduto, per cui il servizio andava sospeso.

L’altra ha fatto “spallucce” sostenendo che non fosse compito suo rinnovare il permesso.

Mentivano entrambe.

A far chiarezza sulla vicenda è stato il Tar del Lazio che ha individuato l’Ente al quale spetta rilasciare la conferma/rinnovo di autorizzazione alla “Green Line Tours Spa”, la società titolare della linea Gran turismo Roma-Tivoli-Roma che da anni scarrozza milioni di turisti di tutto il mondo in visita a Villa Adriana, Villa d’Este e Villa Gregoriana, tanto per citare soltanto i maggiori patrimoni artistici della “Superba”.

Così, con la sentenza numero 12661 –CLICCA E LEGGI LA SENTENZA ORIGINALE– pubblicata mercoledì 5 ottobre il Tar ha accolto i due ricorsi presentati dalla “Green Line Tours Spa” dipanando un nodo burocratico durato per mesi.

LEGGI ANCHE  GUIDONIA – “MammaRoma”, torna Carlo Verdone al Film Fest dei Licei d’Europa?

I giudici hanno infatti stabilito che la Città Metropolitana di Roma Capitale è tenuta ad esaminare le istanze formulate dalla “Green Line Tours Spa” per la conferma o il rinnovo dell’autorizzazione, in quanto presentate in data antecedente alla scadenza dell’autorizzazione temporanea e nella piena efficacia della stessa.

La società di trasporti e guida turistica si era appellata al Tar chiedendo l’annullamento di tutti gli atti amministrativi emanati da Roma Capitale e dalla Città Metropolitana, ma soprattutto per accertare la validità e l’efficacia dell’autorizzazione al momento della richiesta di rinnovo.

In particolare, “Green Line” contestava la nota datata 7 luglio 2022 con la quale il Campidoglio aveva comunicato la scadenza dell’autorizzazione.

Allo stesso modo la società di trasporti e guida turistica contestava la nota del 20 luglio scorso con la quale l’ex Provincia di Roma negava la propria competenza sull’autorizzazione della linea provinciale Gran turismo Roma-Tivoli-Roma, per cui non aveva nemmeno preso in considerazione la pratica.

LEGGI ANCHE  MARCELLINA - Smarrisce la capra e non denuncia, multa da 1.200 euro

Il Tar ha così annullato sia la nota della Città Metropolitana con la quale denegava la propria competenza in favore di quella di Roma Capitale, sia gli atti con i quali Roma Capitale si è determinata sulle istanze della ricorrente.

I giudici hanno evidenziato che non vi sono elementi che possano far ritenere che la “Green Line” non si fosse tempestivamente adeguata alle linee guida regionali, con la conseguenza che il decorso del termine non può aver determinato la decadenza dell’autorizzazione temporanea.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.