GUERRA – Missili russi sulla Polonia. Si teme un innesco mondiale

La Nato in massima allerta per la guerra

La Nato è in stato di massima allerta per dei missili russi che sarebbero caduti in Polonia provocando due morti dopo la pioggia di oltre 100 razzi che si è abbattuta nel pomeriggio sull’Ucraina nell’ennesima sfida di Vladimir Putin al mondo in pieno G20. Lo riporta l’agenzia Ansa. Sarebbe la prima volta che un Paese dell’Alleanza viene colpito direttamente nel conflitto.

La notizia, anticipata da media polacchi e poi tedeschi, è stata confermata in un primo momento da un alto funzionario dell’intelligence americana citato dall’AP ma in serata erano febbrili i contatti e le consultazioni tra alleati per cercare di capire cosa sia successo esattamente in Polonia. I due missili sarebbero caduti in territorio polacco, a 13 chilometri dal confine con l’Ucraina.

LEGGI ANCHE  GUIDONIA - Ascensore guasto, anziani e disabili intrappolati da un mese

In Polonia riunito in Consiglio di Sicurezza

Il governo di Varsavia ha riunito un consiglio di sicurezza d’emergenza per fare luce sull’accaduto, mentre il Pentagono ha assicurato che gli Stati Uniti “difenderanno ogni centimetro” del territorio dell’Alleanza nel caso la Polonia invocasse l’articolo 5, che vincola gli Stati membri alla difesa collettiva.

La Russia smentisce

Secca la replica di Mosca: si tratta di voci che equivalgono ad una “provocazione”, perché “i missili mostrati dai media polacchi non sono nostri”, ha detto in serata il ministero della Difesa russo.

L’Ucraina chiede un vertice Nato

L’Ucraina chiede un vertice Nato ‘immediato’. L’attacco al territorio della Nato è “un’escalation molto significativa” ed “è necessario agire”. Lo ha detto il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, riporta Nexta. Zelensky ha detto anche che i raid russi di oggi sull’Ucraina sono “uno schiaffo in faccia” al G20.

LEGGI ANCHE  Incidente mortale sul GRA, muore il conducente di un autoarticolato

La notizia di un missile o di altra munizione che ha ucciso delle persone in territorio polacco mi ha sconvolto. Le mie condoglianze alle famiglie. Siamo al fianco della Polonia. Sono in contatto con le autorità polacche, i membri del Consiglio europeo e altri alleati”, scrive su Twitter il presidente del Consiglio Ue Charles Michel.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.