TIVOLI – Villini al posto del Centro sportivo, deserta l’asta per vendere l’ex impianto “Lattanzi”

Fallisce il tentativo del Comune di alienare l’area a 610 mila euro per risanare le casse pubbliche

E’ andata deserta la gara per la vendita all’asta dell’ex “Centro Lattanzi”, l’impianto sportivo del Comune di Tivoli, abbandonato al degrado da decenni, al Bivio di San Polo.

Lo stabilisce la determina numero 90 firmata lunedì 16 gennaio dal dirigente al Demanio Riccardo Rapalli.

Con l’atto viene preso atto che non è pervenuta alcuna proposta per l’acquisto del complesso ad un prezzo minimo a base di gara fissato in 610 mila euro, come stabilito dal piano di valorizzazione immobiliare approvato l’11 novembre scorso dalla Giunta Comunale presieduta dal sindaco Giuseppe Proietti (CLICCA E LEGGI L’ARTICOLO DI TIBURNO).

L’ex Centro Lattanzi ricade in un’area di 5.600 metri quadrati in parte classificata come “Sottozona C5 – Villini Residenziali” e in parte come “Sottozona G3 – Verde pubblico attrezzato o sportivo”.

LEGGI ANCHE  MONTEROTONDO - Ospedale senza personale, l’allarme dei sindacati

Il progetto tecnico di valorizzazione stilato dal Comune di Tivoli prevede l’alienazione con la costruzione di cinque nuovi corpi di fabbrica per totali quindici villini indipendenti che la giunta Proietti definisce “utili al soddisfacimento delle necessità di crescita socio-economico e di qualità urbana”.

Su alcune delle aree destinate a ex tracciato stradale, verde e servizi sportivi sarà realizzato uno spazio civico con percorsi pedonali interno, giochi, un campo di bocce e un campo polivalente per attività miste.

Le restanti porzioni saranno adibite a parcheggi e viabilità.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.