Casalinga divorzia e ottiene 200mila euro di risarcimento dall’ex marito

I giudici hanno riconosciuto il suo lavoro in casa nei 25 anni di matrimonio

Dietro a un grande uomo c’è sempre una grande donna. Sembra essere questo il pensiero sotteso alla decisione dei giudici spagnoli che con una sentenza hanno riconosciuto un maxi risarcimento di 200mila euro dall’ex marito a una casalinga che vive a est di Malaga, per il lavoro svolto tra le mura di casa in venticinque anni di matrimonio.

Nelle motivazioni della decisione dei giudici, il fatto che l’uomo, un imprenditore di successo, sia riuscito a realizzarsi professionalmente e far carriera proprio grazie al lavoro svolto “dietro le quinte” dalla donna: solo lei si occupava delle attività domestiche e di tutto il “peso” delle varie incombenze di vita quotidiana come la cura della casa, il supporto organizzativo alle figlie e al marito.

LEGGI ANCHE  TIVOLI - L'ex sindaco si congeda: "Lascio una città più pulita"

A Ivana Moral, 48 anni, il lasciare il lavoro per occuparsi totalmente della famiglia è stato riconosciuto come impiego non retribuito. La somma è stata calcolata in base al salario minimo interprofessionale di ogni anno per compensare il lavoro svolto senza retribuzione. La donna, come riporta l’Agi, si è sposata nel 1995 in regime di separazione dei beni e quando ha divorziato dal marito nel 2020, è rimasta senza nulla: nessun reddito né soldi da parte, perché tutti i beni erano intestati a lui che, guadagnando più di 3.000 euro al mese, ha accumulato un patrimonio di circa 6 milioni di euro.

La sentenza (destinata a far discutere) indica anche che l’ex marito dovrà inoltre versarle un assegno mensile di 500 euro per due anni come mantenimento della moglie e delle figlie.

LEGGI ANCHE  TIVOLI – Elezioni, i comunisti corrono per Massimiliano Rossini Sindaco

“La sentenza – ha dichiarato l’avvocata della donna, Marta Fuentes – riconosce che la tua vita vale qualcosa, che il tuo lavoro e il tuo sostegno valgono qualcosa, che essere nell’ombra ha un valore e un prezzo ed è stato quantificato”.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.